22.5 C
Milano
giovedì, 17 Giugno 2021

Milano abbraccia gli alpini

Parlare della Messa in Duomo è raccontare una cerimonia che da 61 anni permette a migliaia di alpini di ritrovarsi la seconda domenica di dicembre. Quanti ne ho conosciuti in tutti questi anni: da Peppino Prisco che iniziò l’evento in ricordo dei suoi commilitoni del battaglione L’Aquila, ai tanti presidenti nazionali e sezionali. Oramai non conto più quante volte vi ho partecipato. In 52 anni di iscrizione all’Ana, penso di averne perse poche. Si iniziò nel Civico Tempio di San Sebastiano di via Torino, chiesa di proprietà del Comune di Milano, poi ci spostammo nella chiesa di San Carlo e infine in Duomo. 

Il 10 dicembre S.Messa in Duomo a Milano

Domenica 10 dicembre si rinnova l'appuntamento per la Messa nel Duomo di Milano a ricordo degli alpini e dei Caduti in guerra e in pace. Il ritrovo è fissato per le 8,30 in Piazza della Scala. La parte ufficiale inizierà alle ore 9,20 in Piazza del Duomo con l’alzabandiera e alle 9,30 mons. Paolo Martinelli, Vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Milano, celebrerà la Messa in Duomo che verrà accompagnata dal Coro ANA “Mario Bazzi” di Milano.

Come negli scorsi anni sarà possibile assistere alla S. Messa anche in diretta streaming sul nostro sito e sul nostro canale di livestream.
La diretta è resa possibile grazie alla gentile collaborazione della Diocesi di Milano e della Veneranda Fabbrica del Duomo che sentitamente ringraziamo

La Milano che non ti aspetti

Era il 1955. La guerra era finita da dieci anni, ma le ferite bruciavano ancora. In un freddo giorno di dicembre, al civico tempio di San Sebastiano, padre Giovanni Brevi celebrava la prima funzione per i Caduti. Tutti i Caduti, comunque fossero stati inquadrati. A volere la cerimonia un giovane avvocato, sottotenente degli alpini, battaglione L’Aquila, divisione Julia. Si chiamava Giuseppe Prisco. Il Peppino, il nostro Peppino. Se ne è andato ormai da quindici anni, era la notte del 12 dicembre 2001. Parlando della Messa una volta mi disse che «a quella prima celebrazione i presenti erano poco più di cinquanta… non solo alpini, ma anche bersaglieri, fanti, artiglieri…».

L’11 dicembre Messa di Natale in Duomo

Domenica 11 dicembre ci sarà il tradizionale appuntamento per la S. Messa di Natale nel Duomo di Milano, voluta da Peppino Prisco a ricordo degli alpini e dei Caduti in guerra e in pace.

Testimonianza e memoria

L’inconfondibile sagoma del Duomo si libera in un caleidoscopio di immagini, statue, ricami di marmo. Una varietà che ci è stata consegnata così dagli artisti che lo costruirono, seguendo l’estro e i canoni della bellezza. La grande cattedrale ci emoziona perché utilizza un linguaggio universale che oltrepassa il senso religioso. In quegli elementi architettonici, che si ritrovano con innumerevoli interpretazioni in altri edifici e monumenti in tutta la Penisola, c’è la nostra storia secolare nella quale un’intera comunità si identifica.

Testimoni di bontà

Flebili raggi di luce filtrano tra i ricami delle guglie, mentre alcuni piccioni frullano sopra il sagrato della basilica e attorno al grande abete. L’albero addobbato è una tradizione a Milano, come il panettone e le “vasche” per le vie del centro in cerca degli ultimi regali, in un’atmosfera gioiosa e insieme malinconica, tipica del Natale. Da qualche lustro la Messa degli Alpini in Duomo è entrata a pieno titolo tra i riti della tradizione.

Tra le guglie del Duomo

Lo sguardo degli alpini è rivolto al cielo, tra le guglie del Duomo, ad ammirare la statua di don Carlo. E il Beato, raffigurato nell’atto di accogliere un mutilatino, sembra estendere il suo abbraccio a tutte le penne nere, radunate ai piedi della Cattedrale per rendergli omaggio. È stata una cerimonia semplice, raccolta, accompagnata dal coro ANA di Milano e presieduta dal presidente della Fondazione Don Gnocchi mons. Angelo Bazzari, quella che ha aperto la giornata in suffragio ai Caduti, resa solenne dalla Messa che dal 1956 viene celebrata a dicembre di ogni anno in Duomo.

Il 15 dicembre Messa di Natale in Duomo

Quest’anno la Messa nel Duomo di Milano in ricordo dei Caduti sarà celebrata il 15 dicembre dal Vescovo Ausiliare S.E. mons. Luigi Stucchi.

Perona ai politici: “Noi ci siamo, e voi?”

È sempre più un momento di raccolta, oltre che di raccoglimento, la Messa che dal 1956 viene celebrata a dicembre di ogni anno in Duomo, a Milano. Fu una iniziativa di Peppino Prisco, in memoria dei Caduti del “suo” battaglione L’Aquila del 9° reggimento, poi estesa a tutti i Caduti. Con gli anni la Messa ha coinvolto un sempre maggior numero di Sezioni, Gruppi, alpini e cittadini. È divenuta un evento importante nella storia della nostra Associazione, rappresenta uno dei cardini della vita associativa: il ricordo di quanti hanno pagato con la vita il “dovere pericolosamente compiuto”.

Messa di Natale nel Duomo di Milano

Domenica 9 dicembre ci sarà il tradizionale appuntamento per la Messa di Natale nel Duomo di Milano, voluta da Peppino Prisco a ricordo degli alpini e dei Caduti in guerra e in pace. La manifestazione inizierà alle ore 9 in piazza del Duomo con l’alzabandiera e alle 9.30 mons. Mario Delpini, vicario generale della Diocesi di Milano, celebrerà la Messa in Duomo, accompagnata dal Coro ANA “Mario Bazzi” di Milano.

“Dagli alpini solidarietà gratuita e fraterna”

Sembra proprio che il tempo rinvigorisca questa celebrazione della Messa di Natale a suffragio dei nostri Caduti organizzata dalla sezione di Milano, voluta da Peppino Prisco del quale ricorre quest’anno il decimo anniversario della morte. Una Messa per ricordare gli alpini del battaglione L’Aquila, il suo battaglione in Russia, accomunati, nel tempo, nel ricordo di tutti i Caduti alpini. Trasformati nella trascendenza del sacrificio di tanti uomini semplici, legati alla propria terra, mandati a combattere una guerra che non volevano e non capivano e nella quale, pur nell’inferno che l’accompagnava, si comportarono da alpini, fedeli al proprio dovere.

Messa per i Caduti in Duomo a Milano

La tradizionale Messa in Duomo in suffragio dei Caduti si svolgerà domenica 11 dicembre con inizio alle ore 8,30.

ULTIMI ARTICOLI

L’Alpino settimanale televisivo (Puntata 180 – 14-06-21)

SOMMARIO - Accumoli, prima pietra dell'edificio polifunzionale - Intra, 100 anni da festeggiare - I primi 100 anni della Sezione di Belluno - Luca Barisonzi e il sogno...

Quel profumo che manca

Una parodia stonata