Nuvo sito web per le penne nere veronesi

0
7

Radicati nella Storia, proiettati al futuro. Il sito della sezione veronese dell’Associazione Nazionale Alpini (www.anaverona.it) si rinnova all’insegna della «partecipazione». Una nuova veste grafica, ma soprattutto nuovi contenuti e un aggiornamento costante per stare al passo con i tempi e mettersi al servizio della comunità scaligera delle Penne Nere. «L’informazione ormai passa del Web, questo è il futuro – commenta il presidente sezionale Luciano Bertagnoli -. Con questo nuovo sito oltre a divulgare l’informazione della nostra attività a tutti i nostri soci, intendiamo promuovere la presenza del mondo alpino anche oltre i confini della vita associativa. Vogliamo essere presenti un po’ in tutte le famiglie d’Italia».

Una sfida ambiziosa, degna della cornice scelta per presentare la novità: la Biblioteca Capitolare di Verona. Un tesoro centenario che custodisce vere e proprie «gemme» della Letteratura. «Ringraziamo monsignor Bruno Fasani per l’ospitalità – prosegue il presidente Bertagnoli -. Il nostro nuovo sito vuole prendere slancio proprio dai tesori custoditi nella Capitolare, condividendone la missione in tema di divulgazione del sapere». Un «sapere alpino» che il nuovo portale mette a disposizione di tutti quanti, come ricorda monsignor Fasani, direttore della rivista L’Alpino: «Non intendiamo mettere il cappello (da alpino) sulle nuove generazioni, ma almeno riuscire a trasmettere loro la nostra sensibilità alpina. Esiste un grande mondo al di fuori dei confini associativi, decisamente attento ai nostri valori».

Dalle informazioni sulla sezione veronese e i suoi duecento gruppi sparsi su tutto il territorio, ai materiali di studio del Circolo Culturale Balestrieri. Oltre a un costante aggiornamento con le news relative alle attività di protezione civile e di volontariato portate avanti dalle Penne Nere. Dopo sei mesi di lavoro coordinato dal web designer Fabio Toscano, la commissione informatica è pronta a mostrare con orgoglio il nuovo portale mentre prosegue il lavoro di digitalizzazione dell’archivio sezionale, presto fruibile direttamente online. Una nuova grafica grazie all’impiego di template innovativi e una connessione con i canali Youtube e la pagina Facebook della sezione, in costante crescita in termini di visualizzazioni e utenti collegati. E poi il link al canale youtube de L’Alpino, con i settimanali televisivi dell’Associazione Nazionale: «Con i nostri giornali raggiungiamo un mondo che già ci conosce – spiega monsignor Fasani -, questi telegiornali ci permettono di ampliare la nostra visibilità, soprattutto tra i più giovani».

Inoltre, tramite il nuovo sito, sarà possibile anche procedere con l’iscrizione online all’Associazione Nazionale Alpini. «Si tratta di un’importante novità dedicata in particolare a tutte quelle persone che, per i più svariati motivi, non riescono a frequentare la baita – spiega il presidente Bertagnoli -. In questo modo, oltre a iscriversi venendo “agganciati” a un gruppo, si riesce comunque a partecipare alla vita associativa fruendo direttamente dal proprio pc, o dallo smartphone, di tutte le informazioni utili».