Che sorpresa!

    0
    11

    Le scrivo con il cuore ancora pieno di emozione e di felicità per ringraziare tutti i miei commilitoni che, in occasione del mio quarantesimo compleanno, mi hanno organizzato (con la complicità della mia fidanzata ed altri amici) un’indimenticabile festa a sorpresa. È stata una gioia immensa rivedere (alcuni dopo anni!) i veri amici che l’esperienza del servizio militare mi ha donato.

     

    Non trovo e forse nemmeno servono moltissime parole per mandare il mio più grande grazie di cuore a tutti quelli che hanno dapprima organizzato l’evento e poi partecipato con contagioso entusiasmo: non mi sono mai sentito, in tutta la mia vita, circondato da un affetto così pieno e sincero. La naja mi ha forse “rubato” 10 mesi… ma mi ha contemporaneamente fatto dono di quell’eterno senso di amicizia che, inossidabile, ci lega da allora ogni giorno di più. Ecco, semplicemente ma definitivamente, cosa si sta perdendo chi “naja non prova…”. Grazie quindi a: Sten. Calzolari, Belotti, Bonaita, Campana, Canavesi, Cavion, Drago, Prandi, Rimoldi, Tasinato, Vigorito, Zanchi.

    Antonio Fumagalli, Cellatica (Brescia)

    Anche noi ci uniamo agli auguri, ma a una condizione, che non dica più che la naja ti ha rubato dieci mesi.