VICENZA – Arzignano: la Julia cittadina onoraria

    0
    6

    Ci sono rimandi storici che calati nel quotidiano superano qualsiasi retorica; come chiamare gli alpini gens Julia, per esempio. Lo ha fatto, a ragione, il generale Ignazio Gamba, comandante della brigata Julia in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria che Arzignano ha concesso al reparto alpino presenti, nella sala del Consiglio comunale, il consigliere nazionale Antonio Munari, i vice presidenti della sezione Spiller e Simonelli. “Il richiamo alla “gens” è molto più che una simpatica assonanza, è un richiamo a un’appartenenza, allo spirito di Corpo, a una storia comune, a una famiglia.

     

    Ciò che è stato fatto oggi è la conseguenza di un percorso iniziato anni fa con il conferimento della cittadinanza all’8° Reggimento Alpini; un legame profondo tra Arzignano e le Truppe alpine nato già durante la Grande Guerra quando la Val Chiampo fu retrovia per gli alpini del “Vicenza”, e per tutti quei soldati come Fabio Filzi che poi entrarono nella storia Patria”, ha affermato il generale. “Oggi come ieri, con la Julia in Afghanistan, questi alpini devono sapere che non saranno soli”, ha detto poi Marchetti, capogruppo di Arzignano.

    Ha concluso il sindaco Giorgio Gentilin per il quale “gli alpini della brigata Julia sono una certezza in un momento nel quale la popolazione guarda alle istituzioni con sfiducia; sono un esempio di servizio allo Stato”. Al termine della cerimonia la Fanfara della Julia si è esibita in un carosello in piazza Marconi, molto apprezzato e applaudito.