Nikolajewka: a Brescia commemorazione solenne del 65° anniversario

0
12

Solenne cerimonia a Brescia, per il 65º anniversario della battaglia di Nikolajewka. Con il Labaro, il presidente nazionale Corrado Perona con il Consiglio direttivo nazionale, il comandante delle Truppe alpine gen. di Corpo d’Armata Armando Novelli ed il generale di divisione Bruno Petti, una rappresentanza dell’UNIRR, l’Unione nazionale reduci di Russia con il Labaro, il sindaco di Brescia Paolo Corsini, il presidente della Provincia Alberto Cavalli, il questore Vincenzo Montemagno. Prestava servizio d’onore una batteria del 1º reggimento artiglieria da montagna con la fanfara della brigata alpina Taurinense.

 

Ospite ormai tradizionale, una significativa rappresentanza dell’ambasciata della Federazione Russa, con il console generale a Milano Alexander Nurizade, l’addetto militare ed aeronautico col. Sergey Kolivatov, l’addetto navale capitano di vascello Evgeniy Shitov e l’addetto militare aggiunto col. Vladimir Medvedkov.

Nella mattinata, all’istituto per miodistrofici Nikolajewka, l’alzabandiera con le bandiere russa e italiana unite, quindi un commovente discorso di Nelson Cenci, medaglia d’Argento in Russia. Nel pomeriggio, in piazza della Loggia, arrivo delle Bandiere di guerra del 5º, dell’8º e del 1º reggimento artiglieria da montagna, reggimenti rispettivamente della Tridentina, della Julia e della Cuneense, le divisioni che operarono in Russia. Il generale Novelli, con a fianco il nostro presidente nazionale Perona, ha passato in rassegna la compagnia d’onore e salutato i due Labari, dell’ANA e dell’UNIRR.
Poi, Messa in duomo celebrata dal vescovo monsignor Luciano Monari e a sera spettacolo al Teatro Grande con “La notte che il buio inghiottÏ la terra”.
Domenica ammassamento, sfilata con la partecipazione del labaro, una quarantinadi vessilli e circa 400 gagliardetti e discorsi in piazza Paolo VI con l’intervento finale di Perona