Articolo Alpino

Ospedale da campo: un corso per la sicurezza dei volontari


  Argomento: Ospedale da campo, Protezione Civile

Articolo di tipo Articolo   pubblicato nel numero di Dicembre 2007 dell'Alpino


L'Ospedale da campo dell'Associazione Nazionale Alpini ha svolto dal 20 al 27 ottobre nella propria sede stanziale presso l'aeroporto militare di Orio al Serio (Bergamo) la prima edizione del corso di formazione per la sicurezza dei volontari nell'ambito delle attività di protezione civile.

 

Scopo degli incontri, che hanno avuto il patrocinio dalla direzione generale della Sanità della Regione Lombardia, era fornire ai volontari elementi informativi e formativi in materia di igiene e sicurezza del lavoro, uso dei dispositivi di protezione individuali per aumentare la capacità di riconoscere e prevenire i fattori di rischio durante l'attività operativa.

Tra i docenti si sono avvicendati qualificati professionisti, tutti volontari nelle fila dell'Ospedale da campo, che operano nel settore della prevenzione sanitaria come consulenti o operatori dell'ASL della Provincia di Bergamo. Mentre la prima giornata di formazione ha avuto un prevalente carattere teorico, affrontando gli aspetti normativi che regolamentano la sicurezza del lavoro, durante la seconda giornata, attraverso un sopralluogo guidato sul campo, sono state verificate e discusse le dotazioni di sicurezza delle attrezzature in uso.

Tra i partecipanti a questa prima edizione del corso, oltre a volontari e capisquadra, era presente anche personale della direzione logistica, amministrativa e sanitaria. L'Ospedale da campo punta di diamante della nostra Associazione e della Protezione civile italiana negli interventi in ambito regionale, nazionale ed internazionale consta di circa 700 iscritti tra cui medici, infermieri ed operatori del settore logistico (idraulici, elettricisti, manutentori, meccanici, ecc ).

Nel promuovere gli incontri formativi il dott. Lucio Losapio, direttore generale dell'Ospedale da campo, ha espresso la volontà di investire nell'ambito che mira a salvaguardare la sicurezza dei volontari.

Redazione L'Alpino   29/11/2007

Commenti 0

 

2002/2017 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits