Convegno a Brescia in occasione della “Giornata nazionale della memoria e del sacrifico degli Alpini”

0
521
L'Auditorium S. Barnaba a Brescia, dove si terrà il convegno.

Giovedì, 26 gennaio sarà celebrata per la prima volta la “Giornata nazionale della memoria
e del sacrifico degli Alpini”, istituita dal Parlamento con la legge n° 44 del 5 maggio 2022.
L’art. 1 indica come scopo della Giornata “conservare la memoria dell’eroismo dimostrato
dal Corpo d’armata alpino nella battaglia di Nikolajewka” e “promuovere i valori della
difesa della sovranità e dell’interesse nazionale nonché dell’etica della partecipazione
civile, della solidarietà e del volontariato, che gli alpini incarnano”.

Dalla volontà dei Reduci di Nikolajewka scaturì la scelta di onorare i morti aiutando i vivi:
non per niente il “monumento vivente” ai protagonisti del 26 gennaio 1943 si chiama
Scuola Nikolajewka, è a Brescia ed è la più grande e moderna struttura in Italia per la
disabilità fisica grave.

Per questo proprio a Brescia il 26 gennaio celebreremo a livello nazionale la prima
“Giornata”, con, alle 10, un convegno nell’Auditorium S. Barnaba a cui parteciperanno
centinaia di studenti delle medie superiori: interverranno lo storico Marco Mondini, che
parlerà della missione di solidarietà scaturita dalla tragedia della guerra e il ten. col.
Stefano Cordaro, comandante del Morbegno, che racconterà la spedizione alpinistica in
Perù in occasione del 150° di fondazione del Corpo degli alpini. Interverranno anche il
nostro Presidente nazionale, Sebastiano Favero e il Comandante delle Truppe Alpine, gen.
C.A. Ignazio Gamba, mentre, alle 20.30 al Teatro Morato, si terrà un concerto della Fanfara
della brigata alpina Julia e del Coro Alte Cime della Sezione di Brescia.

Ricordiamo poi altri due articoli della legge, che sono molto importanti per le nostre
attività: l’art. 2, che invita Province ed Enti territoriali a promuovere cerimonie, mostre e
conferenze sull’importanza della tradizione e dei valori incarnati dal Corpo degli alpini
coinvolgendo l’Ana. E, soprattutto, l’art. 4, che invita gli istituti scolastici di ogni ordine e
grado ad attuare iniziative per la cerimonia della Giornata: per questo si invitano tutte le
Sezioni ed i Gruppi a prendere contatto con le realtà scolastiche e con gli Enti pubblici del
loro territorio per promuovere azioni sinergiche per la celebrazione.