Articolo Alpino

Quisquilie


  Argomento: Ana

Articolo di tipo Lettere al Direttore   pubblicato nel numero di Settembre 2017 dell'Alpino


Mi riferisco all’antipatia manifestata da alcuni alpini, anche su L’Alpino di maggio 2017, per la parola “ammassamento”. Mi associo alla loro perplessità, che proverei anche nei riguardi dei termini “raduno”, “adunata” e ancor più per “meeting point” che effettivamente non sembra roba da alpini. 

Ai tempi dell’Accademia, i reparti schierati per una cerimonia venivano ammassati in area viciniore per prepararsi alla sfilata. In artiglieria terrestre veniva definita “zona di attesa” l’area protetta alla vista e possibilmente al tiro nemico situata nelle vicinanze dello schieramento e utilizzata per approntare i pezzi per la presa di posizione. Mi pare che la dizione “zona di attesa” sia appropriata per la sostituzione di “ammassamento” che, in tutta sincerità, non piace neanche a me, preferendo “attendere” la sfilata in preparativi piuttosto che “ammassarmi”.

Ludovico Lombardi Presidente Sezione Lussemburgo

Caro amico, e se lasciassimo perdere? Ho parlato di zona di attesa con qualche amico e mi ha risposto: siamo ai bagni dell’Autogrill, o c’è il treno in ritardo? Come vedi a voler spaccare il capello in quattro va a finire che ci troviamo calvi. Rimandiamo il problema a tempi migliori.

  11/09/2017

Commenti 0

 

2002/2017 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits