Il monumento profanato

    0
    18

    Sono figlio di un fante, classe 1923, reduce della Seconda guerra mondiale combattuta nella Divisione, prima, e poi nel gruppo di combattimento Cremona, gruppo che è stato il primo reparto italiano ad andare sul fronte di guerra a fianco degli inglesi nella Romagna e in Veneto. E proprio in Romagna a Camerlona nel mese di febbraio è stato profanato il monumento che ricorda i 208 morti sepolti in quel luogo ai quali si deve aggiungere un alpino che ha voluto, alla sua morte, essere sepolto con i suoi soldati. Ho cercato sul sito della Sede nazionale, sul sito della Sezione Bolognese-Romagnola, su L’Alpino di marzo e forse a causa delle mie limitate capacità nel campo dell’informatica, non ho trovato nulla a condanna di questo grave fatto che, secondo me, andrebbe invece stigmatizzato.

    Giuseppe Mario Galbiati Gruppo di Cornate d’Adda, Sezione di Monza

    Caro Giuseppe, come puoi ben capire si tratta di notizie locali che quasi mai vengono portate a conoscenza a livello nazionale. Grazie di averci segnalato il fatto, cosa che ci permette di unirci allo sdegno di tutte le persone dotate di un minimo senso di civiltà e rispetto per i Caduti.