Il coro alpino Lecchese

    0
    215

     

    Nelle pagine del nostro giornale si sviluppato un dibattito sui cori alpini e sulla tradizione del canto alpino: canto di montagna e canti della tradizione montanara popolare, che si intrecciano e sono spesso tutt’uno.
    L’opinione pi diffusa risultata quella della salvaguardia del canto alpino, montanaro, della tradizione del Corpo degli alpini e popolare indipendentemente che sia targato o no ANA. Fortunate le sezioni e i gruppi che hanno cori composti esclusivamente da alpini doc, ma non sono da trascurare neanche le formazioni di coristi che attingendo al canto alpino e di montagna, contribuiscono a tenere viva un tradizione che parte del patrimonio, della storia e dei valori alpini.
    Ecco uno di questi cori, il Coro Alpino Lecchese.

     

     

     

    Fondato nel 1951 da un gruppo di giovani che si riunivano la sera a cantare, all’oratorio di Lecco, il coro alpino Lecchese cresciuto continuamente, sia nel numero dei suoi componenti che nella qualit e nella variet delle sue esecuzioni.
    Spinte all’ascesa sono state l’amore per la montagna, con la congiunta caparbiet di voler arrivare sempre pi in alto, e la capace appassionata direzione dei suoi maestri: Danilo Bertani, Angelo Mazza e l’attuale Francesco Sacchi.
    Il coro alpino Lecchese ha partecipato a diversi concorsi nazionali classificandosi al primo posto a Seregno, Lecco, Vittorio Veneto e Ivrea e ha effettuato trasferte anche in diversi paesi europei.
    Ha inciso tre dischi a 33 giri El Resegun, Su pei monti e La valle. In occasione del 50 avvenuto nel 2001 ha realizzato il CD Il canto della Piana.