BIELLA – Al servizio degli altri sempre

    0
    84

    Quando, nel gennaio del 2021, iniziarono le vaccinazioni presso la Casa della Salute e vedemmo tutti gli anziani in coda, in salita con l’affanno per prendere l’ascensore o addirittura fare le scale, ci venne da pensare che il Gruppo di Santhià dovesse fare qualcosa per migliorare la situazione. Andammo quindi dal sindaco per mettere a disposizione, come polo vaccinale, la nostra sede, visto che per l’accesso non c’erano barriere architettoniche e che lo spazio interno e la disposizione delle porte era ottimale.

    La nostra proposta venne accettata ed il 18 marzo iniziarono le vaccinazioni. Per garantire l’accoglienza 17 soci del Gruppo furono coinvolti nell’accoglienza. Passarono alcuni giorni e anche gli alpini dei Gruppi vicini dettero la loro disponibilità. Iniziò anche la convivenza con il personale sanitario: «Ma voi alpini quindi non fate solo mangiate, bevute e raduni?» e noi a spiegare che gli alpini sanno soprattutto mettersi al servizio degli altri, portando esempi come l’Ospedale di Bergamo, gli interventi nel corso di calamità naturali, il recupero di aree e territori abbandonati specialmente sulle nostre montagne e giorno dopo giorno diventammo i “loro alpini”.

    Passarono le settimane e ci rendemmo conto di quanto fosse importante accogliere ed accompagnare anziani, persone in difficoltà che imparammo anche ad ascoltare. Come non ricordare l’alpino novantenne che volle vaccinarsi con indosso il suo cappello alpino. Da allora la nostra “visibilità” ha raggiunto anche chi non ci conosceva affatto, stupito della nostra disponibilità. Sono stati molti gli attestati di riconoscenza: un bel vassoio di croissant per la colazione, un ringraziamento scritto, una bottiglia di vino, un semplice ma sicuramente altrettanto gradito “grazie”.

    In questi mesi ognuno ha cercato di dare il meglio di sé e mettere a disposizione le proprie competenze. Voglio concludere dando dei numeri: a tutt’oggi il servizio è garantito da 37 iscritti ai Gruppi di Santhià, Alice Castello, Tronzano Vercellese e Carisio, tutti appartenenti alla Sezione di Biella. Dal 18 marzo ad oggi sono transitate dalla nostra sede più di 47mila persone vaccinate con 6.300 ore di servizio in sede. Maurizio Bollea