Il messaggio del Presidente Mattarella agli alpini

0
979

Nella ricorrenza della 94ª Adunata dell’Associazione che vede alpini in servizio e in congedo uniti nel mantenere viva la memoria e le tradizioni del Corpo, esprimo il mio apprezzamento verso le penne nere che, per oltre 150 anni, hanno operato in pace e in guerra al servizio del paese.

Temprati dalle asperità della montagna, le unità militari alpine hanno costantemente dato prova di professionalità, efficienza e dedizione e, grazie alla capacità di coniugare le storiche peculiarità con l’innovazione tecnologica e dottrinale, sono diventati reparti impiegabili in ogni contesto operativo.

Sui campi di battaglia, in operazioni di pace, in soccorso alle popolazioni colpite da disastri naturali o impiegati nelle città per garantire la sicurezza dei cittadini, da sempre le donne e gli uomini degli alpini sono esempio di coraggio, sacrificio e solidarietà. Nell’odierna circostanza giungano i sentimenti di gratitudine degli italiani per il prezioso contributo dato alla coesione sociale della Repubblica, nel supporto alla Protezione Civile, con le innumerevoli iniziative benefiche e le opere di volontariato che gli alpini in congedo allestiscono ogni giorno a favore della popolazione.

Rivolgendo un commosso pensiero ai caduti della specialità, formulo a tutti i partecipanti al raduno l’auspicio di una ottima riuscita della manifestazione e invio il mio più caloroso saluto.

Sergio Mattarella