La Taurinense celebra San Maurizio

0
190

Giornata solenne alla caserma “Monte Grappa”, con la celebrazione di San Maurizio, patrono degli Alpini, preceduta dall’avvicendamento del comandante del Reparto Comando e Supporti Tattici Taurinense dell’Esercito Italiano, il battaglione che assicura il sostegno logistico alla brigata.

Il Generale Nicola Piasente, comandante della Taurinense, ha accolto in mattinata le autorità e gli ospiti presso la sede del Comando, prima di iniziare le celebrazioni del Santo che fu nominato Patrono del Corpo nel 1941 da Papa Pio XII, il quale designò Maurizio – martire del III Secolo – quale figura più vicina allo spirito militare alpino.

Maurizio si arruolò giovanissimo nell’esercito imperiale romano e per il suo grande valore diventa comandante della leggendaria Legione Tebana. Dopo aver abbracciato la fede cristiana, convertì anche i suoi legionari, con i quali era di stanza in oriente. Il suo martirio, avvenuto tra le Alpi, la sua Fede e il suo spirito indomito, lo resero il Santo che meglio identifica l’essenza delle Truppe Alpine dell’Esercito.

Nel suo discorso, al termine della Santa Messa celebrata nel cortile della caserma, il Generale Piasente ha evidenziato come “la figura di San Maurizio ci insegna che chi è superiore per grado deve anche essere superiore nel sacrificio e nella responsabilità, unendo il valore alla virtù. Celebrarlo significa celebrare lo spirito di sacrificio e il senso di responsabilità, che – insieme al coraggio – costituiscono forse le doti più pure del militare e dell’Alpino, che le apprende nel suo ambiente naturale: la montagna, scuola di vita, palestra per il fisico e per la mente.”

La Messa, celebrata dal cappellano militare della Brigata, è stata preceduta dalla cerimonia che ha visto il Tenente Colonnello Paolo Rinaldi cedere la guida del Reparto Comando e Supporti Tattici Taurinense al parigrado Martino Sala. L’unità garantisce il funzionamento del Comando della Brigata, assicurando la sicurezza, i trasporti, la logistica e le capacità di comando e controllo, oltre a comprendere al suo interno la Fanfara, che si è esibita dopo il passaggio della bandiera tra il comandante uscente e quello subentrante, al cospetto del reparto in armi.

Alla giornata in caserma hanno presenziato il Prefetto di Torino, Dott. Raffaele Ruberto, insieme agli Assessori Regionali Fabrizio Ricca e Andrea Tronzano, all’Assessore Comunale Giovanna Pentenero e a numerosi Sindaci dei Comuni che collaborano con le unità della Taurinense, oltre ai vertici delle Sezioni di Piemonte, Liguria e Lombardia dell’Associazione Nazionale Alpini.