La Staffetta da Venzone a Udine, domani tappa finale a Trieste

0
412

Venzone e Udine rappresentano il Friuli e la “Julia”, rappresentano un esempio di efficienza degli Alpini: quella di oggi possiamo definirla la Tappa della “Julia”, visto che Udine è da sempre sede del Comando Brigata, dove si trova il Generale Comandante. Attualmente il 45° Comandante della “Julia” è il Generale di Brigata Fabio Majoli.

A Venzone è avvenuto quello che viene ancora definito il miracolo Friuli: una borgata medievale di circa 2000 abitanti venne praticamente rasa al suolo dai 57 interminabili secondi della scossa del 6 maggio 1976, ma poi fu ricostruita a tempo di record. La particolarità della ricostruzione di Venzone sta nell’averla riportata esattamente come era prima del sisma. Vennero numerate le pietre, per esempio, che componevano le mura della città, prelevate, tolte tutte e risistemate e rimesse esattamente dove si trovavano prima delle scosse. Una ricostruzione che in circa dieci anni ha riportato la città allo splendore che si può ammirare ancora oggi.

Per la “Julia” Venzone è anche la sede dell’8° Alpini. Infatti dopo alcuni spostamenti nella zona di Udine (Tarvisio e Cividale del Friuli) l’8° ha sede nella Caserma “Feruglio” dal 2016, una struttura tra le più recenti ed efficienti dell’Esercito, una delle poche caserme delle Truppe Alpine che permette alle unità in addestramento di recarsi a piedi sui versanti delle montagne circostanti ed anche di usufruire delle aree addestrative proprio a fianco delle mura di cinta. Nella sede dell’8° è presente il Gruppo “Ottavo Reggimento Alpini” della Sezione Ana di Gemona del Friuli, composto interamente da personale effettivo al reggimento.

La giornata a Venzone e Udine ha visto presente il Comandante della Nave Alpino, il Capitano di Fregata Danilo Panti ed una rappresentanza dell’equipaggio della Marina Militare Italiana. Nave Alpino e l’8° reggimento di Venzone sono gemellati dal 2019.

Lasciata Venzone la Staffetta dell’8° e delle Sezioni Ana di Gemona del Friuli e Udine si è fermata a Tavagnacco, alle porte di Udine, presso la sede della Fondazione Onlus “Progetto Autismo FVG”, associazione gemellata con l’8° Alpini, che si occupa di crescere ed educare i ragazzi affetti da autismo, nata anche grazie all’impegno di personale in forza da anni all’8°. Attualmente la Fondazione supporta all’incirca 90 famiglie in Friuli Venezia Giulia. Grazie alla fiducia e al supporto di molte persone è stato aperto il centro diurno Home Special Home, una casa che si prefigge di costruire un progetto di vita per le persone con autismo, consentendo loro di essere parte integrante della società e di vivere una vita piena e soddisfacente. I ragazzi si sono uniti alla staffetta e sono arrivati di corsa all’interno della loro sede di Tavagnacco.

L’ingresso a Udine è stato emozione pura: la staffetta con la fiaccola della memoria e della tradizione alpina è arrivata in Piazza Libertà, passando dalla centralissima Piazza Primo Maggio. Gli Staffettisti dell’8° Alpini, dell’Ana di Udine accompagnati dalle ragazze dell’Aurora Volley di Udine, sono stati accolti da tantissime penne nere dell’ANA, moltissimi cittadini di Udine, oltre alle autorità locali. Udine è sinonimo di “Julia” più di ogni altra città.

In mattinata nel capoluogo si è svolto anche l’ultimo dei convegni storici organizzati dall’ANA nel quadro del 150° Anniversario delle truppe alpine dell’Esercito. L’evento, ospitato nell’auditorium della Regione, ha avuto per tema: “Alpini 1872-2022. Le truppe da montagna custodi della memoria, esempio di solidarietà”. Relatori del convegno, moderati da Mauro Azzi neo Segretario Nazionale Ana: Filippo Masina, storico, ricercatore dell’Università di Siena; Il Maggior Generale Sergio Santamaria, comandante dell’Arma Tramat (Trasporti e Materiali) dell’Esercito; Sisto Russo, dirigente dell’Ufficio Volontariato e Risorse del Servizio Nazionale di Protezione Civile, ha portato i saluti del capo del Dipartimento Fabrizio Curcio.

All’inizio del Convegno il saluto del Generale di Corpo d’Armata Ignazio Gamba, Comandante delle Truppe Alpine e dell’ingegner Sebastiano Favero, Presidente Nazionale Ana. Sempre presente, anche oggi al convegno di Udine, la Professoressa Paola Carnielli Del Din, 99enne, Medaglia d’Oro al Valor Militare. Udine ha ospitato quattro Adunate Nazionali, nel 1925, 1974, 1983 e 1996, e sta già lavorando  alla prossima, la 94ª del 2023.