Un uniforme alpina in dono all’Aeronautica Militare

0
242

Nel 2023 ricorrerà il centenario della istituzione della Regia Aeronautica, avvenuta con Regio Decreto n. 645 del 28 marzo 1923, diventata Aeronautica Militare a partire dal 18 giugno 1946, in seguito alla nascita della Repubblica Italiana. Sono in programma una serie di manifestazioni, mostre ed eventi per commemorare il suo centenario che vengono coordinati direttamente dalla sede del suo Stato Maggiore, ubicata nel Palazzo dell’Aeronautica in viale Pretoriano a Roma.

Tra i personaggi che in questi cento anni e più hanno dato prestigio all’Arma Aeronautica c’è un personaggio intimamente legato al Corpo degli alpini: Italo Balbo che fu ministro dell’Aeronautica e maresciallo dell’Aria. È noto a pochi che Italo Balbo, fervente interventista, allo scoppio della Grande Guerra si arruolò volontario dove combatté nei battaglioni Val Fella e Antelao, per assumere nel 1918 il comando del reparto d’assalto del battaglione Pieve di Cadore, con il quale partecipò all’offensiva sul Monte Grappa che portò alla liberazione di Feltre. In tale periodo venne decorato con due medaglie d’Argento ed una di Bronzo. A lui e ai suoi trascorsi di alpino ed aviatore è stata dedicata la Sala delle Nuvole che si affaccia sul Corridoio d’Onore del Palazzo dell’Aeronautica.

In tale ottica, l’Ana ha deciso di fare dono allo Stato Maggiore dell’Aeronautica di una fedele riproduzione della uniforme indossata da Italo Balbo da tenente delle “Fiamme Verdi” durante la Grande Guerra. Lo scorso 24 maggio, nel 107° anniversario dell’inizio della Grande Guerra, è stata consegnata l’uniforme ai vertici dell’Aeronautica Militare, gen. isp. capo Basilio Di Martino e gen. B.A. Giovanni Francesco Adamo. In rappresentanza dell’Ana erano presenti il vice Presidente nazionale Federico di Marzo e il Consigliere della Sezione di Torino Carlo Martinelli, che ha curato la realizzazione e la presentazione dell’uniforme donata.