Il 4 Novembre a Torino

0
148

Nel cortile della caserma Monte Grappa, sede della brigata alpina Taurinense, in una giornata uggiosa, si sono ritrovate le più alte autorità civili e militari della città per celebrare la commemorazione del giorno dell’Unita Nazionale e giornata delle Forze Armate. A causa del perdurare dell’emergenza sanitaria, quest’anno, la commemorazione si è svolta con una cerimonia sobria, rispettosa e non aperta al pubblico.

La cerimonia dell’alzabandiera, che rinnova l’incontro tra il Paese e le Forze Armate, e la deposizione di corone d’alloro al monumento dedicato ai Caduti si sono svolte esclusivamente in forma statica e nel pieno rispetto delle norme per il contenimento del contagio da Covid-19. Erano presenti il comandante del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, gen. D. Salvatore Cuoci, il comandante della Taurinense, gen. B. Davide Scalabrin, il sindaco di Torino Chiara Appendino, l’assessore Maurizio Marrone in rappresentanza del Presidente Alberto Cirio e altre autorità civili e militari della città.

Nel corso della cerimonia è stato letto il messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il quale ha voluto ricordare ed onorare il sacrificio di tanti giovani che, uniti sotto il Tricolore, sacrificarono la loro vita nel corso della Prima guerra mondiale per un’Italia libera e dare il giusto riconoscimento agli uomini e donne delle Forze Armate di oggi per la prontezza e professionalità che le contraddistingue dimostrandosi, ancora una volta, risorsa preziosa e insostituibile per fronteggiare ogni tipo di emergenza, in sinergia con le altre articolazioni dello Stato, dal contributo alla sicurezza, in Patria e all’estero, all’emergenza sanitaria ancora in corso.