Solidarietà alpina in Alto Adige con la “Spesa sospesa”

0
637

Si è conclusa la settimana di raccolta di generi alimentari e di prima necessità promossa dalla rete di solidarietà altoatesina FoodnetBZ e organizzata in otto supermercati della provincia dislocati tra Bolzano e Merano.

Da lunedì l’altro la popolazione ha avuto la possibilità di lasciare in un cassone all’uscita dei negozi parte della propria spesa, aderendo in questo modo all’iniziativa “Spesa sospesa” iniziativa che già da diversi anni viene fatta in svariati periodi dell’anno.
Le donazioni raccolte, circa 16.000 chili di alimenti, verranno distribuite dal Banco Alimentare alle associazioni aderenti che aiutano le persone più colpite da questa grave crisi.

All’iniziativa hanno aderito svariate associazioni tra cui il Coordinamento Giovani Alpini della Sezione di Bolzano che racchiude sia alpini in congedo che in armi.
Per alcuni era la prima volta che partecipavano “fuori servizio “ a queste attività di volontariato.

Attività di per sé importante che fa avvicinare i giovani in armi all’associazionismo contribuendo con la loro partecipazione e presenza a dare linfa nuova alla famiglia Alpina.
Collaborazione che unisce i valori del Corpo degli alpini con la società civile.
Alla fine della giornata, al momento di consegnare i viveri raccolti al magazzino della colletta alimentare, abbiamo incontrato due giovani Alpini in Armi del reparto logistico Julia di Merano anche loro lì per scaricare quanto raccolto.