L’ambasciatore italiano in Lettonia incontra gli alpini

0
664

L’ambasciatore italiano in Lettonia, Stefano Taliani de Marchio, si è recato in visita al contingente italiano schierato presso Camp Ādaži (LV) e ha incontrato il comandante ten. col. Fortunato Sion, il comandante dell’eFP Battle Group “Latvia”, ten. col. Erik Angell e il comandante della Brigata meccanizzata lettone, colonnello Sandris Gaugers.

Nel briefing il ten. col. Sion ha illustrato quanto fatto fino ad ora dagli alpini del Task Group “Baltic”, nonché i compiti e gli impegni che investiranno il contingente italiano nel prossimo futuro ed infine quali sono gli obiettivi operativi e addestrativi da raggiungere.

L’ambasciatore ha anche visitato una mostra statica, organizzata dal personale del 3° reggimento alpini, nella quale sono stati illustrati mezzi, apparati e sitemi d’arma in uso al contingente italiano. Ha poi rivolto in particolar modo un saluto agli alpini che sono riconosciuti, a livello internazionale, per la professionalità, dichiarandosi orgoglioso di averli in Lettonia. Ha ribadito il compito fondamentale dell’Italia, che “è un Paese importantissimo all’interno dell’Alleanza Atlantica” e che “deve garantire la sua presenza in chiave di deterrenza” a favore di quei Paesi Baltici che ne hanno bisogno.

Il contingente italiano impegnato nell’operazione “Baltic Guardian” è principalmente costituito da personale del 3° reggimento alpini e si trova attualmente impegnato in un intenso ciclo di attività addestrative congiuntamente ad unità provenienti, oltre che dal Canada, da Spagna, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Polonia e Albania.