Gli alpini del Task Group Baltic si addestrano in ambito NATO

0
448

Si è svolta nei pressi dell’area addestrativa di Camp Adazi, in Lettonia, l’esercitazione Winter Latvia, alla quale gli Alpini del Task Group Baltic hanno partecipato a fianco di reparti di Canada, Polonia, Slovacchia e Lettonia. L’esercitazione, inserita nel programma addestrativo “Initial Integration Training”, ha l’obiettivo di integrare tutte le componenti della Enhanced Forward Presence in Lettonia per riuscire a massimizzare i risultati addestrativi in termini di interoperabilità, combat power e capacità esprimibili.

L’attività – condotta dalla Brigata meccanizzata lettone, nella quale sono inseriti gli alpini del Task Group Baltic – è consistita nella simulazione di un’azione difensiva condotta dalla componente avanzata della Brigata lettone rinforzata da assetti corazzati. L’azione di fuoco è stata avviata da sei veicoli da ricognizione Hummer, con il supporto di fuoco degli obici semoventi M 109, cui in seguito si sono aggiunti quattro carri armati polacchi PT-91 e i nostri BV 206 S7 che hanno neutralizzato la minaccia con rapidità ed efficacia.

Protagonista dell’esercitazione è stato il BV 206 S7, veicolo in uso alle truppe da montagna dell’Esercito Italiano, che evidenziato versatilità d’impiego, elevata mobilità, nonché eccellenti capacità di trasporto.

L’Esercito Italiano partecipa all’Enhanced Forward Presence in seguito alle decisioni assunte dal Vertice di Varsavia, del luglio 2016, con il quale l’Italia ha deciso di rispondere alle misure concordate per il fianco est, segno tangibile della solidarietà nei confronti dei Paesi Baltici.