Il gen. Battisti lascia il Nato Rapid Deployable Corps-Italy

0
88

Sì è svolta presso la caserma “Ugo Mara” di Solbiate Olona (VA), sede del comando del Nato Rapid Deployable Corps-Italy (NRDC-ITA), la cerimonia di passaggio di consegne fra il generale degli alpini Giorgio Battisti e il generale dei bersaglieri Riccardo Marchiò. Presente alla cerimonia il comandante delle Forze Operative Terrestri, gen. Alberto Primicerj, i gonfaloni della Regione Lombardia, delle Province di Milano e Varese, dei Comuni di Busto Arsizio e Solbiate Olona e i labari delle associazioni combattentistiche e d’Arma.

Nel suo discorso di commiato il gen. Battisti ha evidenziato come NRDC-ITA sia una realtà multinazionale e interforze, costituita da personale proveniente da 15 nazioni che contribuiscono al suo staff. E proprio l’eterogeneità rappresenta un valore aggiunto e un fondamentale punto di forza per NRDC-ITA in quanto dimostra la capacità di coesione e di risposta collettiva che le nazioni partecipanti vogliono esprimere.

A riprova di questo, a breve, altre nazioni contribuiranno ad accrescere l’eccellenza di questo Comando. E’ infatti previsto che, a partire dal 2016, ne facciano parte anche Croazia e Albania. Il generale Battisti ha comandato NRDC-ITA per oltre tre anni, a partire dal 30 giugno 2011. Sotto il suo comando, NRDC-ITA ha condotto numerose attività operative, fra le quali spicca il contributo che il Comando NATO di Solbiate ha fornito all’ISAF in Afghanistan nel 2013, durante la quale il generale ha ricoperto il prestigioso incarico di Capo di Stato Maggiore.

Il gen. Battisti andrà a ricoprire l’incarico di ispettore delle Infrastrutture dell’Esercito.

Il gen. Battisti cede la Bandiera del comando al gen. Marchiò.

Il saluto del gen. Primicerj (a sinistra), comandante delle Forze Operative Terrestri.