Angela Dalla Mora

    0
    64

    Desidero far sapere che è nata una salda amicizia tra la mia famiglia e la signora Angela Dalla Mora D’Incà (vedi Zona Franca di settembre 2004, pag. 21). La nostra Associazione può vantarsi di annoverare tra le sue fila queste donne che ci legano agli anni della guerra. Sarebbe un delitto non coltivare la loro memoria che rappresenta un bene prezioso da conservare come una reliquia.

    Enzo Dal Sie Treviso

    Per queste forti donne che hanno attraversato la guerra avendo i loro uomini nei fronti più lontani, vale il motto riservato ai nostri reduci: anche loro sono le preziose icone del nostro ricordo. La signora Dalla Mora, che si è imposta alla nostra attenzione per i sentimenti esposti in occasione del giuramento di un suo nipote (alpino), è ben degna di questa qualifica.