L’Alpino: scheda socio da compilare e restituire

0
6251

Nel talloncino postale presente sulla copertina del numero di gennaio de L’Alpino troverete una scheda con il nome di ciascun socio, la matricola e altri dati di servizio (vedasi fac smile più sotto). 

Nella scheda ci sono due caselle da barrare, una relativa alla quota associativa e una
all’abbonamento al giornale: nulla cambia per il versamento del bollino, la quota rimane invariata e non si deve pagare nulla in più. La scheda verrà inserita anche nei giornali di febbraio e marzo (ovviamente è da compilare e presentare una sola volta). 

Le schede con le due caselle da barrare sono indispensabili per l’Associazione per poter chiedere i contributi della Legge per l’Editoria alla stampa del nostro giornale. È molto importante che tutti compilino le schede, anche i Gruppi che avessero già provveduto al tesseramento 2024, e le facciano poi pervenire alla Sezione.

Una volta effettuato il relativo controllo, la Sezione le dovrà inviare in Sede Nazionale (Redazione de L’Alpino, Via Marsala, 9 – 20121 Milano) che le conserverà per metterle a
disposizione in caso di eventuali controlli ministeriali. È necessario ricevere le schede
entro il 31 maggio 2024.

DOMANDE FREQUENTI

Devo pagare qualcosa in più?
No, la compilazione serve unicamente come dichiarazione sulla destinazione di una parte della quota associativa che ogni socio già paga e che rimane invariata. In pratica una parte della quota associativa di ciascun socio viene versata alla Sede Nazionale e viene destinata per 5,50 euro alle attività dell’Associazione e per 5 euro al giornale. Quest’ultima parte di 5 euro è quella importante ai fini della Legge per l’Editoria.

Posso replicare la scheda su un foglio a compilazione libera in modo da agevolare l’operazione?
No, la compilazione deve essere fatta sulla scheda “ufficiale” perché il singolo socio pagante deve dichiarare espressamente di destinare una parte della somma che già paga come quota associativa all’Associazione (per 5,50 euro) e al giornale (per 5 euro). Quest’ultima parte è quella importante ai fini della Legge per l’Editoria.

La scheda va firmata?
Non è necessario firmare la scheda perché il premarcato contiene i riferimenti dell’associato, compresa la matricola di registrazione nel sistema informatico Gisa.

Vivo distante dal Gruppo o dalla Sezione alla quale sono iscritto, posso scansionare la scheda e inviarla in copia via email alla Sezione?
Sì, è possibile inviare alla Sezione via email la copia della scheda compilata: deve essere in buona risoluzione e ben leggibile. La Sezione la stamperà per poi inviarla, con le altre, in Sede Nazionale.