Fanfara in servizio e veci della Julia assieme alla Spaccamela di Udine

0
4043

Per tutti gli alpini marciare a tempo è sempre stato uno dei motivi principali per cui addestrarsi, sia in servizio, sia successivamente una volta in congedo. Il passo alle penne nere dell’ANA viene dato con la marcia d’ordinanza degli Alpini, il 33, dalle Fanfare dell’Associazione, in generale, dalle bande alpine che in tutta Italia, nelle Sezioni, continuano a rappresentare gli alpini, oltreché alle cerimonie, anche nei numerosi concerti ai quali sono chiamate ad esibirsi durante l’anno.

Per un musicante friulano o veneto dire di aver prestato servizio di leva nella Fanfara della Julia, da giovane, è il massimo. La Fanfara dei Veci è nata nel 1996, dalla volontà del già Capo Fanfara, il Maresciallo Maggiore Aiutante Pino Costa, di riunire gli ex militari per sfilare, appunto, all’Adunata di Udine del ’96…e così è stato: quella volta in 450 si sono esibiti ed hanno sfilato nelle vie di Udine; domani faranno altrettanto, probabilmente per l’ultima volta, condotti dal Luogotenente (in pensione) Biagio Cancelosi, capo musica dal 1992 al 2012. Anche alla 94ª Adunata nazionale di Udine, la Fanfara della Julia, attualmente diretta dal Sergente Maggiore Flavio Mercorillo, stanziata alla Caserma “Spaccamela” già da vent’anni, avrà il compito, domani mattina, di aprire ufficialmente la sfilata che per tutta la domenica vedrà passare tante e tante penne nere (quasi 100.000) davanti alla tribuna delle autorità, in Piazza Primo Maggio.

La fanfara degli ex, sfilerà con degli alpini che invece di tenere in mano lo strumento proveranno la grande emozione di tenere un cuscino con il Cappello di alcuni commilitoni andati avanti negli anni. Li ricordiamo: Metus Angelo, Gerussi Claudio, Cattarinangeli Simone, Pietrogiacomo Marco, Nascimben Vittorio, Ceolin Claudio, Di Benedetto Andrea, Goi Moreno, Buzzulini Franco. Sabato pomeriggio si sono ritrovate la Fanfara della “Julia” ed i circa 200 ex della “Julia”, purtroppo sotto un diluvio che non ha dato tregua neanche un attimo, per rendere omaggio ai Caduti, presso il monumento della Caserma “Spaccamela”, come detto, sede della Fanfara, nei ranghi del 14° Reparto Comando e Supporti Tattici Alpini della “Julia”.

Dopo essere stati salutati ed aver ricevuto il benvenuto degli Alpini dell’Esercito in servizio da parte del Comandante del 14° Reggimento, il Tenente Colonnello Sabrina Cervesatto, tutti i 250 musicanti si sono inquadrati nel piazzale principale e si sono diretti, rigorosamente sotto una pioggia incessante, verso il monumento per la deposizione di corona d’alloro ai Caduti. Emozione pura, quindi, alla “Spaccamela” di Udine con i musicanti della “Julia”, in servizio ed in congedo, riuniti per un omaggio ai Caduti.