Festa del 7° Alpini, impegnato in Iraq

0
720

Lo scorso 23 aprile, presso la base del contingente italiano ad Erbil (Iraq), nel pieno rispetto delle norme per il contenimento della pandemia in atto, si è svolta la festa di Corpo del 7° Alpini, della Julia.

Attualmente impegnato con diversi suoi assetti in Iraq e primo contributore come numero di personale nell’ambito dell’operazione “Prima Parthica”, il 7° Alpini ha ricordato l’80° anniversario della fine dei fatti d’arme della Campagna greco-albanese del 1941, eventi che gli valsero la Medaglia d’Argento al Valor Militare per il grande eroismo dimostrato e per il grave tributo di Caduti, tra i quali spiccano diverse Medaglie d’Oro al Valor Militare.

Fortemente voluta da tutto il personale del 7° alpini e dal loro comandante di battaglione magg. Marco De Gruttola, la cerimonia ha visto il suo momento più solenne quando, con un picchetto in armi e la deposizione di una corona d’alloro, sono state ricordate le gloriose tradizioni dello storico reggimento e tutti i suoi Caduti, sia in tempo di guerra che di pace.

Non hanno voluto mancare alla commemorazione anche le anche le altre unità nazionali appartenenti a tutte le Forze Armate italiane che, con le loro rappresentanze, hanno idealmente abbracciato il 7° Alpini in questa sentita ricorrenza. Particolarmente emozionante il momento in cui gli alpini presenti nel Kurdistan iracheno hanno ricevuto il saluto in diretta del comandante del reggimento, in collegamento dall’Italia insieme ai propri collaboratori più stretti, testimoniando la stima e la vicinanza del reparto a coloro che, lontani dagli affetti familiari, si fanno testimoni del valore e del motto del reggimento “Ad Excelsa Tendo!”

“Prima Parthica” rappresenta il contributo italiano all’Operazione “Inherent Resolve”, coalizione globale a guida statunitense che dal 2014 è attiva nel territorio siriano e iracheno per combattere l’ISIS. Attualmente composta da personale di 75 Paesi è impegnata nel supporto alle Forze di Sicurezza irachene per eliminare le ultime sacche di resistenza del Daesh.

 Il 7° Alpini, con le altre Forze Armate italiane, supporta la missione in Iraq, offrendo ancora una volta il suo contributo con personale altamente qualificato e motivato, nonché con mezzi di elevatissima tecnologia.