Fabrizio Curcio è il nuovo capo del Dipartimento di Protezione Civile

0
927

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha nominato a capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio che subentra ad Angelo Borrelli, il cui mandato era in scadenza a marzo. Per Curcio si tratta di un ritorno al vertice del Dipartimento che aveva già guidato dal 2015 al 2017.

Classe 1966, laureato in ingegneria, Curcio entra nel Corpo dei Vigili del Fuoco intervenendo in  prima linea nel terremoto del 1997 in Umbria e nelle Marche. Nel 2000 coordina i Vigili del Fuoco impegnati nel Giubileo a Roma e nel vertice Russia-Nato del 2002 a Pratica di Mare.

Nel 2007 Guido Bertolaso lo chiama in Protezione Civile, prima come Capo segreteria e quindi alla direzione della Sezione emergenze, assai attiva nel dopo terremoto del 2009 a L’Aquila. Nel suo primo mandato a capo della Protezione Civile ha affrontato il terremoto in Centro Italia e la tragedia a Rigopiano.

Durante il quinquennio di Angelo Borrelli l’Associazione Nazionale Alpini ha collaborato con il Dipartimento di Protezione Civile in modo proficuo e con assiduità nelle situazioni critiche, dall’emergenza sanitaria, agli interventi per le calamità naturali ed è pronta a continuare, con il medesimo impegno e senso del dovere, a mettersi a disposizione della collettività.

Curcio saluta i volontari ANA prima di un’esercitazione.