Coronavirus: il grazie al 7° Reggimento Difesa CBRN “Cremona” per gli interventi in Lombardia

0
2314

Questa mattina l’Associazione Nazionale Alpini ha salutato e ringraziato il personale del 7° Reggimento Difesa CBRN “Cremona” al termine degli gli interventi di sanificazione delle Residenze di assistenza ad anziani e disabili e in altre strutture pubbliche nelle provincie di Bergamo e Brescia.

È stato un lavoro durato quasi due mesi, paziente, metodico e professionale, avvenuto capillarmente nei territori profondamente toccati dalla pandemia per mettere in sicurezza le persone, in particolare gli anziani e i più fragili.

L’attività nelle strutture è stata organizzata di concerto tra il 7° Reggimento, la direzione di Ats, il comando provinciale dei Carabinieri e i volontari Ana che hanno curato l’installazione di tende pneumatiche e container per consentire il ricovero delle attrezzature per i militari russi al lavoro a fianco dei nostri militari. L’impegno dei volontari della Protezione Civile Ana è stato prezioso soprattutto nella ricognizione effettuata nei giorni precedenti l’intervento nelle residenze che ha permesso una valutazione più precisa delle condizioni di lavoro, della viabilità e di altri fattori fondamentali.

Sono stati oltre 200 i luoghi sanificati: ogni giorno i mezzi e il personale operativo, partendo da Orio in tre colonne distinte, con la scorta dei Carabinieri, raggiungevano i vari paesi effettuando le operazioni condotte anche in collaborazione del personale di Uniacque che per tutto il periodo ha garantito i necessari prelievi d’acqua dalle reti idriche.

Alla cerimonia nella sede della Sezione Ana di Bergamo, debitamente distanziati come prescrivono le norme, erano presenti il Presidente nazionale Sebastiano Favero, il prefetto di Bergamo Enrico Ricci, l’assessore alla Protezione Civile Regione Lombardia Pietro Foroni, il Presidente della Provincia Bergamo Gianfranco Gafforelli, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori e il gen. C.A. Giuseppenicola Tota comandante di Comfoter Supporto.

Gli alpini del territorio sono stati rappresentati dai Presidenti delle Sezioni di Bergamo, Giovanni Ferrari, Brescia, Gian Battista Turrini, Vallecamonica, Mario Sala e Sergio Poinelli di Salò.