Intesa Sanpaolo per Bergamo: la raccolta fondi a favore dell’Ana oltre le aspettative

0
2322

Ha raggiunto un risultato eccezionale la raccolta di fondi avviata da Intesa Sanpaolo sul suo sito forfunding.it per contribuire alla realizzazione dell’Ospedale da campo dell’Associazione Nazionale Alpini nella Fiera di Bergamo: la raccolta, aperta a tutti, si prefiggeva di  incrementare di almeno altri 100mila euro il contributo iniziale della Banca di circa 350mila euro, che ha permesso di acquistare ventilatori polmonari, sistemi radiologici, apparecchi per laboratorio analisi, monitor, aspiratori, produttori di ossigeno e altri materiali sanitari.
 
L’operazione di crowfunding è andata oltre ogni aspettativa, superando di slancio i 450mila euro e portando così il totale dell’intervento promosso da Intesa Sanpaolo a favore dell’iniziativa Ana a circa 800mila euro.
Un intervento che si aggiunge a quello di 100 milioni di euro dello stesso Gruppo a favore della Protezione Civile, a sostegno delle operazioni nelle zone più colpite in Italia, come la Lombardia.
 
“Bergamo è la città maggiormente colpita da quella che si è rivelata essere un’emergenza sanitaria senza precedenti. – ha dichiarato Carlo Messina, Ceo di Intesa Sanpaolo  – Il nostro contributo alla realizzazione in tempi rapidi dell’Ospedale da campo ha significato portare strumenti e materiali indispensabili a questa struttura,  come avviene per altri territori dove è presente Intesa Sanpaolo. Mettere a disposizione la nostra solidità significa tradurre i risultati finanziari in interventi concreti in campo sanitario, sociale ed economico e la Banca insieme al Comune di Bergamo e alla Diocesi contribuisce ai programmi che vanno a beneficio delle categorie più vulnerabili, del tessuto formato da micro e piccole imprese, delle infrastrutture e delle filiere strategiche del territorio di Bergamo, linfa vitale per la rinascita di questo territorio”
 
 “Siamo estremamente grati ad Intesa Sanpaolo – ha dichiarato Sebastiano Favero, Presidente nazionale dell’Ana e di Ana Onlus – che ha confermato la tradizionale vicinanza al territorio e uno spirito di impresa che non trascura mai l’essere solidale.  Spirito che si riconosce perfettamente nelle tradizioni e nei valori dell’Associazione Nazionale Alpini, il cui patrimonio di consenso, costruito in un secolo di storia, è stato ancora una volta decisivo nell’imprimere una spinta straordinaria alla raccolta”.
“Così come gli artigiani bergamaschi – ha concluso Favero – hanno risposto meravigliosamente al richiamo delle penne nere, donando ventimila ore di lavoro per la realizzazione dell’Ospedale nella Fiera, i cittadini hanno, con identico spirito, sostenuto economicamente questa iniziativa, portata avanti in sinergia da Intesa Sanpaolo e Ana. È l’ennesima testimonianza che serietà, onestà e professionalità degli Alpini vengono sempre riconosciute e premiate. Esprimiamo dunque tutta la nostra gratitudine a Intesa Sanpaolo, che in questi valori si è identificato, raggiungendo con le penne nere un risultato che potremmo definire commovente e che ci sprona a continuare sulla strada dell’impegno solidale”.

IntesaSanpaolo-ANA_140520
ana