Accordo tra Ana e Anci su sicurezza e protezione civile

0
1222

Siglato oggi a Milano, presso la sede nazionale degli Alpini, dal vice presidente vicario Anci Roberto Pella e dal presidente Ana Sebastiano Favero il Protocollo tra le due associazioni in materia di protezione civile, sicurezza urbana e valorizzazione della cultura e della memoria storica dei territori che hanno avuto come protagonisti gli Alpini.

“Questo Protocollo istituzionalizza molte delle attività che già oggi comuni e Alpini-Protezione Civile mettono insieme in campo con energia e dedizione nei nostri territori”, evidenzia Pella. “Da oggi, l’obiettivo sarà di potenziare la nostra collaborazione su tutto il territorio nazionale attraverso iniziative di prevenzione, attraverso la diffusione di piani di protezione civile comunale, di informazione alla popolazione, di supporto alla sicurezza e alla cura delle nostre città e dei nostri sentirti di montagna, di sensibilizzazione alla sostenibilità ambientale.”

“Sono particolarmente soddisfatto di aver promosso questa iniziativa e di poter oggi ricordare come ogni adunata, e così sarà anche per Milano quest’anno nella sua 100esima edizione, rappresenti – continua il vice presidente vicario -un ricordo felice per i comuni che l’hanno ospitata, sia per la rilevanza dell’evento sia per tutte quelle piccole significative opere che gli Alpini a titolo gratuito eseguono negli edifici e nelle aree che li accolgono in segno di gratitudine e civiltà”.

“Tra l’altro – ricorda Pella – la proposta Anci d’iniziativa popolare per una legge sull’Educazione alla Cittadinanza, che dal prossimo 29 aprile sarà in Aula a Montecitorio, va esattamente nella direzione che questo Protocollo promuove con riguardo alla formazione nelle scuole delle nuove generazioni attraverso attività di divulgazione su temi e vicende storiche riguardanti gli Alpini e sul senso civico e la cura dei beni pubblici che accomunano la missione di entrambe le Associazioni”.

Da parte sua il presidente dell’Ana Sebastiano Favero sottolinea come “l’Ana da sempre ha avuto come referente le istituzioni e tra queste i comuni ed i loro sindaci con cui i nostri gruppi alpini, oltre 4.200 presenti in tutta Italia, hanno collaborato e continuano a farlo con spirito di servizio e solidarietà. Questo protocollo – conclude – non fa che ribadire e rafforzare lo spirito di collaborazione che accomuna l’Anci e l’Ana e codificarlo anche per il futuro”.