Scoperta una targa in memoria del ten. Bellante

0
588

Lo scorso 26 luglio si è svolta presso la Sala della Rimembranza della caserma “Montegrappa”, sede del Comando della Brigata Alpina “Taurinense”, la cerimonia di scopertura della targa intitolata al tenente degli alpini Giorgio Bellante, deceduto l’8 agosto 1948 nel canalone della Maledia (Cuneo).

Il tenente Bellante combatté con la Divisione Alpina “Taurinense” in Montenegro nel 1943, per transitare poi nelle fila della Divisione “Garibaldi”. Per le sue gesta eroiche, venne decorato con 2 medaglie di bronzo al Valor Militare e con 3 Croci al Merito di Guerra.

Rientrato in Italia alla fine della ostilità, venne assegnato al 4° battaglione “Aosta” e da qui alla Delegazione Italiana Delimitazione Confini Occidentali. Nell’ambito di questa operazione, trovò la morte in un tragico incidente di montagna.

La targa del tenente Bellante è stata poi rinvenuta circa quattro anni fa nello scantinato del rifugio Pagarì dal Agostino Ramella della sezione ANA di Genova e figlio del generale Enrico Ramella, già Comandante del 1° reggimento artiglieria da montagna e che, nel grado di maggiore, era stato comandante proprio del tenente Bellante.

Con il concorso del colonnello Brero, comandante del 1° reggimento artiglieria da montagna, la targa commemorativa, finalmente restaurata, è stata donata alla “Taurinense” al termine di una breve ma toccante cerimonia durante la quale è stata tratteggiata la vita di Giorgio Bellante dal fratello Gianfranco, tenente colonnello di cavalleria in congedo.

Anche Agostino Ramella, visibilmente commosso, ha ripercorso la vita del padre Enrico, del quale ha voluto donare le spalline dell’uniforme da gala al museo.