Alle 18 i funerali del cap. La Rosa

0
10

E’ rientrata questa mattina a bordo di un C-130 atterrato a Ciampino la salma del capitano Giuseppe La Rosa, 31 anni, siciliano di Barcellona Pozzo di Gotto, del 3° reggimento bersaglieri della brigata “Sassari”, ucciso sabato scorso in Afghanistan in un attentato nel quale sono rimasti feriti altri tre militari appartenenti all’82° reggimento fanteria “Torino”. La Rosa è la 53ª vittima italiana dall’inizio della missione, nel 2004.

Ancora poco chiare alcune dinamiche dell’accaduto. Un ordigno artigianale, forse una bomba a mano, è stata lanciata nel Lince dove c’erano i nostri connazionali; come ha dichiarato il ministro della Difesa Mauro, La Rosa si è frapposto, contenendo con il proprio corpo le schegge, tra l’ordigno e gli altri occupanti del mezzo.

A Ciampino era presente il presidente del Consiglio Enrico Letta, il ministro della Difesa Mario Mauro e i vertici militari con il Capo di Stato Maggiore della Difesa Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e dell’Esercito Gen. di C.A. Claudio Graziano. I familiari sono assistiti da psicologi dell’Esercito, la mamma Concetta e il papà Biagio, la sorella Anna e i fratelli Claudio e Antonio, tenente dell’Aeronauta Militare.

I funerali solenni si svolgeranno alle 18 nella basilica Santa Maria degli Angeli a Roma. Domani a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) si terranno le esequie in forma privata.

Il capitano Giuseppe La Rosa.