Gli alpini incarnano lo spirito cristiano

0
11

Mi chiamo don Luca Raimondi; sono parroco di 4 parrocchie (Bernareggio, Villanova, Aicurzio, Sulbiate) nella diocesi di Milano. Nella mia comunità pastorale è stato fondato un nuovo Gruppo alpini, fatto di gente squisita. I “miei” alpini si prodigano per servizi e attenzioni all’interno della comunità ecclesiale e civile. Loro mi hanno abbonato alla rivista che mi arriva ogni mese.

Proprio ora ho letto il suo editoriale di novembre e ho sentito il desiderio di ringraziarla dal profondo del cuore e di farlo subito. È un articolo stupendo per i contenuti e il modo profondamente forte ma mai offensivo di ribadire i valori della tradizione alpina.

Lo stile del suo articolo potrebbe essere da termine di paragone per molte realtà al di fuori dell’esperienza alpina perché sottolinea l’importanza di alcuni valori di appartenenza alla società civile che fanno parte dell’esperienza umana e per me anche cristiana. Quindi consideri questa lettera totalmente gratuita e volta soltanto a dirle un grazie grande come …una montagna! Una preghiera per lei e per tutti gli alpini.

don Luca Raimondi – Bernareggio (MB)

Caro don Luca, la sua lettera mi ha commosso. Non tanto per i complimenti di cui la ringrazio, ma per il bene che vuole agli alpini, fino a identificare il loro servizio con l’autentico spirito cristiano. Stia loro vicino e sono sicuro che non sarà mai solo. Tutti noi della redazione, insieme, mandiamo una montagna di auguri a lei, ai suoi alpini e alle quattro comunità che guida.