I giovani di “Vivi le Forze Armate” sui sentieri della Grande Guerra del Lagazuoi

0
298

Oltre 80 ragazzi e ragazze che hanno aderito alla mininaja (chiamata progetto “Vivi le Forze Armate”) presso la caserma “Cantore” di San Candido del 6° reggimento alpini, sono usciti in marcia sulle trincee e nelle gallerie scavate nella montagna del Piccolo Lagazuoi. L’impegno psicofisico sostenuto è stato ampiamente ripagato dal fascino del paesaggio e dalla memoria storica che è stata rivissuta attraverso le spiegazioni fornite dagli istruttori del 6° reggimento e che chiunque può rivivere a cielo aperto camminando tra quei sentieri che hanno descritto delle pagine memorabili di storia dei militari italiani nel corso della Grande Guerra. 

Durante la giornata c’è stato un momento di raccoglimento sulla cima del Piccolo Lagazuoi ed è stato osservato un minuto di silenzio in omaggio al primo caporal maggiore David Tobini della brigata paracadutisti “Folgore”, ucciso in Afghanistan.

Il progetto “Vivi le Forze Armate” è iniziato lo scorso 18 luglio e terminerà il 5 agosto; una seconda sessione è in programma dal 29 agosto al 16 settembre. Il Comando Truppe alpine ospita oltre 350 giovani (90 sono ragazze), suddivisi nelle sedi di San Candido (6° Alpini), Belluno (7° Alpini), nel comprensorio Sestiere-Bousson (brigata alpina “Taurinense”) e di La Thuille (Centro Addestramento Alpino).

Durante le due sessioni i giovani partecipanti avranno modo di conoscere il mondo delle stellette e di un’ampia gamma di argomenti che vanno dalla storia e dalla struttura delle Forze Armate, alla topografia, all’orienteering, l’educazione fisica, i fondamenti di primo soccorso, nozioni di sopravvivenza in ambiente montano, movimento in montagna e rudimenti di alpinismo.