www.https://www.ana.it ovvero: la casa on line degli alpini

    0
    25

    Il portale dell’A.N.A.

    È trascorso quasi un anno da quando durante il C.I.S.A di Recoaro Terme fu presentato il nuovo sito ufficiale dell’ANA, e proprio con l’avvicinarsi di questa ricorrenza vogliamo fare un primo parziale bilancio di questa avventura che ha portato il nostro sito a trasformarsi in un vero e proprio portale, e a porsi l’ambizioso progetto di divenire il punto di riferimento on line di tutti gli alpini in Italia e nel mondo intero.
    A questo punto sono sicuro che tra i veci , meno avvezzi al mondo Internet, scaturiranno due domande: che cosa è un portale?che cosa lo differenzia da tutti gli altri siti di gruppi e sezioni (compreso quello ufficiale precedente)?
    Il portale è l’evoluzione del tradizionale sito internet statico: come dice la parola stessa, il portale è un punto di ingresso per un grande edificio dove le stanze sono i contenitori di informazioni, suoni ed immagini. Non una semplice vetrina, ma il punto di partenza di ogni navigazione on line. Il nostro portale offre principalmente informazioni ma anche tutta una serie di servizi costantemente aggiornati, rassegne di news, collegamenti e rimandi ‘appetibili’ per una gamma di utenti la più ampia possibile.
    Il visitatore del portale, inoltre, non è un semplice spettatore passivo, ma può interagire con lo stesso, inviando news, scrivendo commenti, rispondendo a sondaggi, inviando immagini da pubblicare sulla copertina, scaricando sul proprio computer immagini, filmati e file musicali, dando il proprio voto a ciò che legge
    Per poter fare ciò si è fatto ricorso ad una tecnologia avanzata ma allo stesso tempo semplice da utilizzare. Ogni componente istituzionale dell’Associazione (L’Alpino, la Protezione civile, il Centro Studi), grazie ad un’interfaccia semplice ed intuitiva può inserire contenuti, in completa autonomia, senza capacità specifiche di programmazione. Tali contenuti vengono automaticamente archiviati in un database interno che permette al portale di espandersi sempre più. Le informazioni possono quindi essere reperite attraverso un motore di ricerca che aiuta l’utente nella ricerca di uno specifico argomento.
    Durante questo anno molto lavoro è stato svolto per rendere il nostro portale uno strumento sempre più ricco e completo. Allo scopo di avvicinare virtualmente tutti gli alpini, sono stati inseriti i dati e gli indirizzi di posta elettronica di tutte le sezioni e di tutti i gruppi alpini che hanno risposto al censimento on line lanciato durante il mese di settembre 2002.
    All’interno di https://www.ana.it accanto alle tradizionali pagine di informazioni è possibile trovare tutti i numeri dell’Alpino dal gennaio 2002, sia sotto forma di articoli, sia in formato PDF scaricabile ed archiviabile sul proprio computer. La redazione de l’Alpino costituisce infatti il cuore pulsante del portale e la fonte principale per la pubblicazione di notizie. È stata attivata la sezione multimediale con canti alpini, musiche (al più presto), video e cartoline da inviare, via posta elettronica, a chiunque si desideri raggiungere, in qualunque parte del mondo. Appare evidente l’enorme passo in avanti compiuto: la nostra Associazione si pone all’avanguardia nell’utilizzo di questo straordinario strumento che è Internet. Noi alpini rispondiamo a questa rivoluzione a modo nostro, sempre al passo con i tempi, ma con i piedi ben saldi nella tradizione: insomma cambiano i tempi, le tecnologie, i modi di comunicare, ma il Trentatrè , la Preghiera dell’Alpino, l’Inno di Mameli rimangono sempre gli stessi.
    Molto, dicevamo, è stato fatto, ma molto ancora resta da fare per rendere la nostra casa sempre più bella e accogliente. Il gruppo di lavoro ha grandi progetti per i prossimi mesi ma è necessario che tutti gli alpini diano il proprio contributo. Esattamente come le sedi dei gruppi e delle sezioni, così pure il nostro portale ha bisogno di essere frequentato, vissuto, vincendo magari quella diffidenza iniziale che tutte le innovazioni tecnologiche portano con loro.
    Internet è un oceano digitale nel quale centinaia di milioni di persone navigano attraverso miliardi di pagine. Di fronte a tanta immensità, c’è bisogno di un luogo ove gli alpini possano andare per le loro montagne: https://www.ana.it è la nostra baita digitale.

     

    Michele Tresoldi