VALTELLINESE – Senza barriere

    0
    93

    Il 29 agosto si è svolta la cerimonia ufficiale di inaugurazione del nuovo viale d’ingresso al tempietto votivo di Morbegno finalmente privo di barriere architettoniche. La cerimonia è iniziata al termine di un concerto di musica classica programmato alle prime luci dell’alba dall’orchestra “Antonio Vivaldi” diretta da Lorenzo Passerini. Il Gruppo di Morbegno, con i supporti logistici e la fornitura dei materiali da parte dell’amministrazione comunale, ha eliminato i dieci gradini presenti a partire dal cancello di ingresso verso la balconata del tempietto.

    È stata realizzata la costruzione di un percorso con una pendenza a norma per l’accesso di carrozzine e per i soggetti con difficoltà motorie. La posa di lastre di pietra livellate hanno sostituito lo strato di ghiaia esistente, rendendo decisamente molto più facile il raggiungimento dell’intera zona monumentale. Alla cerimonia hanno presenziato autorità civili militari e religiose. Nei discorsi ufficiali sia il vice sindaco di Morbegno Cristina Bertarelli, sia il Presidente della Sezione Valtellinese Gianfranco Giambelli e il Capogruppo di Morbegno Guido Lucchina hanno calorosamente ringraziato gli alpini per il grande impegno profuso e per la costante manutenzione del sito.

    Infine è intervenuto il progettista, l’arch. Luca Ruffoni che ha illustrato brevemente i lavori eseguiti soffermandosi poi sulle origini del tempietto, realizzato nel 1962 per volontà dei reduci della campagna di Russia, su progetto dell’ing. arch. Paolo Caccia Dominioni, artefice anche del mausoleo di El Alamein in Egitto. Il taglio del nastro tricolore all’ingresso è stato affidato a un alpino disabile, mentre mons. Giuseppe Longhini, arciprete di Morbegno, ha impartito la benedizione solenne.