Vacche al pascolo

    0
    13

    È la seconda volta che andiamo al rifugio Contrin e tutte e due le volte abbiamo rilevato, purtroppo, la mancanza di protezioni nel perimetro davanti alla chiesetta. Nel mese di agosto, in particolare, ci ha urtato la presenza di “torte di mucca” davanti al cancelletto della cappella e di asino (o cavallo) nel prato antistante. Pensiamo che non sia una cosa impossibile impedire agli animali di pascolare proprio in questo piccolo spazio. Lodiamo il tentativo di richiamare al raccoglimento con la recita del Rosario su file registrato. Di questo scritto abbiamo avvisato telefonicamente il gestore Giorgio De Bertol.

    Egidio Trussardi, Bergamo

    Caro Egidio, credo che per risolvere il problema non serva… de-vaccare la zona. Basterebbe magari pulire in occasione delle manifestazioni. Sarà perché sono diventato grande portando al pascolo le vacche che ho sempre pensato che anche loro rendono lode a Dio, godendo di quel cielo sconfinato e di quegli spazi liberi che sono rimasti gli ultimi simboli di un mondo sempre meno libero.