Una parodia stonata

    0
    32

    Egregio direttore, normalmente sono restio ad esprimere le mie opinioni e, in particolare esporle per iscritto. Ora però non posso fare a meno di segnalare la raccapricciante e disgustosa parodia di crozza (volutamente scritto in minuscolo) sul generale Figliuolo. Il comico (da oggi in poi, per me, non lo è più) ha impersonato il generale e, quello che è ancor più grave, si è permesso di indossare il cappello alpino, lui che sicuramente non ha la più pallida idea di cosa significhi veramente. La satira prende in giro personaggi più o meno in vista ma, c’è un limite a tutto, quella esibizione è stata veramente nauseante e mi fermo qui che è meglio. Spero che si renda conto (ma ho seri dubbi in proposito) del suo comportamento che ha offeso la divisa e soprattutto il nostro cappello alpino. Un saluto alpino.

    Franco Miozzo, Padova

    Gli alpini sono persone essenziali che sanno dare e rinnovare fiducia. Una richiesta di scusa da parte del comico ci basterebbe. Purché sincera.