TRIESTE Grande serata di cori, per beneficienza

    0
    48

    Grande successo del concerto Trieste e gli alpini , che il circolo culturale dell’ANA di Trieste ed il circolo Amici del dialetto triestino hanno messo in scena in un Politeama Rossetti gremito in ogni ordine di posti. Circa 1.500 persone hanno assistito all’esibizione dei cori. Il pubblico ha ritrovato il classico repertorio di canti di montagna, accompagnati da brani e poesie dedicate alle feste tradizionali della cultura e di Trieste, recitati da attori coordinati dal circolo del dialetto triestino.

    Molto apprezzato il coro della sezione di Trieste, diretto dal maestro Paolo Rossi, con i canti tipici della tradizione alpina di ispirazione popolare. Successivamente, è stata la volta di un coro di più recente costituzione, ma già conosciuto per le esibizioni fatte in varie parti d’Italia: il coro Le Sorgenti del Piave , del gruppo di Sappada, diretto da Francesco Piller. Il clou della parte musicale è stata l’esibizione del coro ANA di Vittorio Veneto, uno dei migliori complessi italiani di musica corale.

    Al coro veneto, diretto da Giuseppe Borin, gli organizzatori hanno affidato la conclusione del concerto con canti alpini. Grande successo per i tre cori, che hanno concluso con un’esibizione cantando, insieme al pubblico, il 33 e l’Inno Nazionale. Ma la particolarità dello spettacolo è stata il contrappunto tra musica e parole, con la recita di prose e poesie di vari autori triestini ad opera del gruppo teatrale i Commedianti di Ugo Amodeo, con molti altri valenti artisti.

    Non è mancato un tocco di dolce allegria con i piccoli attori del ricreatorio comunale G. Padovan , impegnati nel ricordare melodie dell’infanzia di una volta. Il ricavato del concerto è stato destinato all’opera di supporto sociale dei Frati di Montuzza.