TRENTO – Una castagnata speciale

    0
    95

    Dopo due anni di restrizioni e impossibilità di incontri extrascolastici, è tornato il momento per i bambini di rivivere gli spazi e i tempi fino ad ora preclusi a causa del virus. Come da tradizione, gli alpini del Gruppo Monte Casale hanno organizzato la consueta castagnata, che si è svolta il 12 novembre nel cortile della scuola primaria don Milani di Pietramurata e che ha visto sul braciere 15 chili di marroni che hanno deliziato il palato di 82 bambini con i loro 8 insegnanti. Un benvenuto all’autunno all’insegna dei valori della solidarietà, del volontariato e dei gesti semplici di una festa.

    I piccoli studenti, dando sfoggio di innumerevoli talenti, hanno donato ai loro alpini creazioni preparate con cura e attenzione nelle settimane precedenti l’evento. Dallo striscione costernato di cappelli alpini, ai disegni dai mille colori della pace, dalle canzoni alle poesie, tante sono state le sorprese che hanno emozionato i componenti del Gruppo. Grande commozione, anche del Capogruppo, per il canto alpino intonato dai bambini “Sul cappello” accompagnato dal libretto con il testo e la poesia di ringraziamento: “Cari amici Alpini, grazie è una semplice parola, ma resta spesso ferma in gola, dolce e delicata, mette allegria se pronunciata: fa star bene chi la dice, e chi l’ascolta rende felice…

    Oggi la dedichiamo a voi che ci state vicini e ci sostenete nei nostri cammini, bello è certo il poter donare, ma anche il saper ringraziare e anche se le nostre rime di parole sono sazie lasciateci di cuore dirvi… grazie”. Per i bambini l’esperienza è stata così coinvolgente che, nei giorni successivi, hanno inviato una lettera per raccontare le loro emozioni, la gioia di stare insieme, il piacere della gratitudine. Gli otto alpini “castagnari” e il Capogruppo Gino sono entrati nel cuore dei bambini perché, nonostante la pandemia, non li hanno mai abbandonati. I numerosi momenti di condivisione e allegria organizzati per la scuola hanno donato normalità, sicurezza e certezza quando tutto intorno a loro sembrava allontanarsi dalla quotidianità.

    L’energia sprigionata degli alpini non si ferma e il Capogruppo ha rinnovato la volontà di attivare ulteriori attività didattiche, prime fra tutte la visita ambientale presso il lago Bagattoli. Il Gruppo è orgoglioso di aver reso un servizio alla comunità donando le proprie abilità e il proprio tempo per opere di beneficienza. Gli alpini, con i loro valori, sono un esempio per i bambini e per tutta la società e dimostrano quanto sia bello essere utili al prossimo.