TRENTO – A Spiazzo, in allegria e amicizia

    0
    6

    La festa alpina del Gruppo di Spiazzo, il più numeroso del Trentino che raccoglie le penne nere di gran parte della Val Rendena, quest’anno si è svolta proprio nel Comune di Spiazzo. Ha avuto inizio con la sfilata preceduta dalle donne in costume “Vecchia Rendena” e dalla fanfara alpina di Pieve di Bono e, a seguire, il lungo corteo di penne nere rendenesi affiancate dagli alpini del Gruppo di Veduggio in Brianza che hanno reso ancor più suggestiva la festa. 

     

    Il lungo corteo ha raggiunto il monumento ai Caduti a Fisto, dove è stata deposta la corona d’alloro. Il Capogruppo Claudio Capelli si è soffermato sulla mostra fotografica allestita dal gruppo alpini e esposta nella caserma dei Vigili del Fuoco: «Ci è stata regalata dalla vedova di Alberto Crespi, amico e alpino che si dilettava con la fotografia. Racconta molti momenti felici dei nostri alpini: ci sono gli amici “andati avanti”, ma che sentiamo sempre vicini perché colonne portanti del nostro Gruppo e della nostra Associazione».

    I preziosi scatti fotografici sono stati esposti a cura dell’ex Capogruppo Renzo Bonafini e di Giovanni Pellizzari, aiutati da alcune volontarie della pro loco di Spiazzo. Renzo Bonafini ha ricordato, con orgoglio come «Alberto Crespi alpino e amico scomparso di recente, abbia fotografato con passione le nostre feste, le Adunate e i momenti felici ». Quindi il saluto del vice Sindaco di Spiazzo, Angelo Capelli.

    A suggellare questo importante momento, la presenza del Consigliere sezionale Domenico Ferrari e del Consigliere Nazionale Mauro Bondi che ha portato il saluto del Presidente nazionale Favero e del Presidente della Sezione Ana di Trento Pinamonti e ha continuato: «Noi non celebriamo la guerra, ma ricordiamo tutti i Caduti. La Colonna Mozza sull’Ortigara sta lì a rammentarci proprio questo. Non dimentichiamo né chi partì indossando la divisa austroungarica né chi andò a combattere con la divisa italiana».

    La Messa officiata da padre Marco, quindi rancio alpino e il concerto della fanfara alpina di Pieve di Bono, che ha concluso una giornata vissuta in amicizia e allegria, nel ricordo del gemellaggio tra Spiazzo e gli amici lombardi del Gruppo di Veduggio.

    Walter Facchinelli