TORINO – Viva la veja

    0
    101

    Dopo un’attesa durata più di due anni la Sezione di Torino ha finalmente potuto festeggiare il suo centenario. La Sezione pimogenita dell’Ana, nata nel febbraio 1920 e per questo soprannominata la Veja, sabato 2 luglio si è ritrovata nel salotto buono di una caldissima Torino, piazza Castello, per celebrare degnamente il suo “centesimo compleanno + 2”. La concomitanza con il 150º di fondazione del Corpo degli alpini e il 70º anniversario di costituzione della brigata Taurinense, che ha voluto essere partecipe in forze alle due giornate celebrative, anche con l’allestimento della cittadella militare, il picchetto d’onore e la sua fanfara, ha dato ancor più lustro alla grande festa.

    «Abbiamo atteso più di due anni per poter festeggiare degnamente, la nostra amata Veja, ha esordito il Presidente Vercellino al termine della sfilata – ma queste due giornate hanno dimostrato quanto siano affiatati e legati alla loro Sezione i nostri alpini che, seppur tra mille difficoltà organizzative e, come sempre spesso accade, con qualche sterile polemica di troppo sentita su ‘radio scarpa’, hanno voluto essere presenti in massa. Non mi resta che ringraziare tutti, a partire dal gen. Piasente che, con i suoi uomini, è stato al nostro fianco in tutti questi mesi di organizzazione, mettendo a nostra disposizione la sua esperienza ed il suo attaccamento all’Associazione. Festeggiare con gli alpini in servizio e gli alpini in congedo il 70º anniversario della Taurinense e il nostro Centenario, è stato un onore per me. Viva la Veja e viva gli alpini!».

    Luca Marchiori