SALUZZO – Il cimelio donato

    0
    23

    A Monasterolo, alla presenza del sindaco Marco Cavaglià e di varie autorità si è svolta la cerimonia di consegna dell’orologio da taschino del maggiore Vittorio Solaro di Monasterolo, deceduto nel giugno 1916, in seguito alle ferite riportate sul Carso. L’orologio per molti anni è stato custodito da Noè Orlandi di Affi (Verona), che aveva combattuto durante la Prima guerra mondiale a fianco del maggiore Solaro ed era stato suo attendente. Il ritrovamento di detto cimelio, è avvenuto per puro caso. Infatti racconta Francesco Orlandi, nipote di Noè Orlandi, “Il mio prozio è deceduto nel 1971 e alcuni mesi fa, ho scoperto il cimelio mentre ero alla ricerca di oggetti militari per l’allestimento di una mostra. Osservandolo, ho notato che sul coperchio di protezione del quadrante era inciso il nome di Vittorio Solaro. Ho consultato la sezione del sito del Ministero della Difesa, dedicata ai Caduti della Grande Guerra, sono così risalito al Comune d’origine dell’ufficiale ed ho preso contatto col Gruppo di Monasterolo”. Alla cerimonia erano presenti il nipote del maggiore, conte Rodrigo Solaro con la sua famiglia, insieme alla contessa Milka Solaro ed al sindaco di Monasterolo Marco Cavaglià. Il prezioso cimelio verrà custodito in una bacheca nel castello dei Solaro, sede del municipio. Una toccante cerimonia, che ha assunto un particolare significato in quanto svoltasi in occasione del centenario della Grande Guerra.