Rinascerei alpino

    0
    19

    Una volta si diceva che con la nebbia sulla Manica il Continente fosse isolato. Al presente un funzionario dell’Unione Europea ha chiarito che ad essersi isolata dall’Unione Europea è stata la scelta della Gran Bretagna. Ho quindi deciso che la soluzione migliore per non sentirmi “extracomunitario” sarebbe di prendere carta e penna e descrivere super partes le mie sensazioni prima, durante e dopo le Adunate alle quali ho partecipato. La prima Adunata alla quale ho sfilato con la Sezione della Gran Bretagna come scorta della Bandiera del Regno Unito è stata quella di Asiago nel 2006, un vero battesimo di acqua, e da quell’anno in poi ho sempre avuto l’onore ed il piacere di sfilare con la Sezione. Ormai l’Adunata è diventata per me un appuntamento immancabile come Royal Ascot e la parata del compleanno ufficiale della Regina e non appena finisce un’Adunata penso già a quella successiva. Sfilare all’Adunata nazionale degli alpini con la Sezione Gran Bretagna vuol dire per me far parte integrante di quello che è un evento unico al mondo, una sensazione indescrivibile. Gli alpini sfilano e partecipano alle loro Adunate non perché devono farlo ma perché fa parte del loro essere e della loro cultura. Sono tutti fieri di essere presenti e di sentirsi in compagnia con migliaia di altri che condividono gli stessi valori di fratellanza, di solidarietà e di pace. Alle Adunate con gli alpini sono fiero non solo di essere con loro, ma di essere accettato ed accolto come uno di loro. Non esistono differenze, esiste solo il voler bene, la sicurezza e la certezza di essere alpini e di appartenere ad una identità italiana che ha avuto la fortuna di essere stata plasmata negli ambienti duri e sovente difficili delle montagne. Se un giorno avessi la fortuna di rinascere sceglierei di nascere alpino perché tra gli alpini non nascono le diversità.

    Michael Drewitt, Sezione Gran Bretagna

    Caro Michael, dalla Champion’s League dei cavalli di Ascot alla Champion’s degli alpini, con le loro Adunate, una vera tavolozza colorata di umanità, che spicca nel grigiore che ci sta intorno. Ti aspettiamo come sempre ovviamente. Sapendo che né la nebbia, né le scelte politiche riusciranno a creare trincee tra gli alpini che si vogliono incontrare.