Relazione morale RAPPORTI CON SEZIONI E GRUPPI

    0
    23

     

    RAPPORTI CON SEZIONI E GRUPPI

    Come ho gi detto un anno fa, le manifestazioni nazionali, in particolare l’Adunata, monopolizzano l’interesse di tutti gli associati e sono quelle che meglio caratterizzano l’Associazione nei confronti dell’ambiente esterno. Ma la vita associativa si esprime essenzialmente nelle attivit delle Sezioni e dei Gruppi che con le loro numerosissime e svariate iniziative tengono alta la tensione interna e portano nell’ambiente esterno gli elementi caratterizzanti e i valori pi semplici e puri dell’alpinit.
    Nell’anno in esame o personalmente o con i Vice Presidenti e Consiglieri Nazionali si presenziato:
    Giugno 2001
    16 17 a Belluno per 80 Sezione;
    18 a Genova per partita del cuore; raccolta ottima, visibilit meno; vi stato qualche contrattempo, come la fanfara giunta in ritardo di un’ora e l’invasione di campo che ha fatto saltare il finale. Sul Corriere della Sera e su altri giornali apparso un manifesto di ringraziamento portante anche il nostro logo.
    23 a Padova per il matrimonio della figlia del Gen. Antonelli. Presenti tanti alpini.
    24 con Sonzogni a Mezzoldo (BG) per il 30 Campionato Nazionale di corsa individuale in montagna. Ottima manifestazione.
    Luglio 2001
    8 a Marone (BS) per 70 fondazione Gruppo; gran concorso di alpini e popolazione.
    13 ad Arcore con Perini e Bottinelli per incontrare l’On. Sandro Bondi, segretario dell’On. Berlusconi; Bondi si spontaneamente assunto l’incarico di essere nostro referente e ha subito chiamato il sen. Manfredi per informarsi sulla sua proposta di Legge Guardia nazionale, impegnandosi poi a interessarsi perch venga al pi presto portata all’esame di Camera e Senato. Si poi attivato per procurarci un incontro con il Ministro Difesa.
    13 a Roma Perona e il Generale Ferrari hanno incontrato il Gen. Ottogalli Capo S.M.E.
    14 15 in Valsassina a Premana e Barzio.
    18 incontro a Milano con Gen. Ferrari e Comitato di Presidenza per informare sui contatti con S.M.E. in vista della costituzione di un’agenzia per reclutamento V.F.A.
    21 a Lecco, con Sonzogni, incontro con il comitato promotore dell’Anno Internazionale della Montagna. L’A.N.A ha aderito ufficialmente.
    27 29 38 Pellegrinaggio in Adamello con Perona e Biondo pi altri consiglieri.
    Agosto 2001
    1 incontro a Roma con S.M.E. La delegazione era formata da Perona, Bottinelli, Vecchio e il Gen. Ferrari.
    5 Trasmissione Mela Verde.
    9 visita al Gruppo di Alassio; che senza sede.
    18 a Borgio Verezzi con Nichele per incontro con il Presidente e Consiglieri della Sezione di Savona. Capigruppo molto motivati.
    26 incontro con la Sezione di Massa Carrara; visitate le cave di marmo. Alla manifestazione ha partecipato anche Romoli.
    27 partecipazione al funerale del Sindaco di Calizzano (SV) alpino Giuseppino Ta. Calizzano stato il primo Comune a votare il nostro OdG.
    Settembre 2001
    2 al Monte Pasubio con Bottinelli. Ottima manifestazione organizzata dalla Sezione di Vicenza.
    8 a Bobbio Pellice, terra Valdese, assieme a Perona e Balestra per la consegna del Premio Fedelt alla Montagna.
    15 a Cuneo, per convegno alpini rotariani; ha incontrato il suo ex tenente Fabbri, ora attivo nella Protezione Civile e il Sen. Manfredi.
    16 a Bergamo per l’80 della Sezione e il raduno del 5 Alpini e del 2 e 5 Artiglieria da Montagna. Ha incontrato il Dott. Losapio e ha avuto un colloquio con il Comandante dell’aeroporto militare di Orio al Serio in merito alla prevista costruzione di un capannone per il ricovero di attrezzature del nostro ospedale da campo. A seguito di ci stato scritto al Capo di SME per rammentargli le promesse fatteci a Genova.
    22 23 a Campobasso, con Brunello, Peragine e Zelli per raduno del 4 raggruppamento e per il 20 di fondazione della Sezione Molise presieduta da Capone, ex consigliere nazionale. Raduno ben riuscito.
    27 a Torino incontro con gli alpini che il giorno dopo avrebbero partecipato agli Stati Generali della Montagna ai quali stato rappresentato da Perona accompagnato dai relatori: Sonzogni, Martini, Di Dato, Franza e Sarti. Era presente anche Caprioli. Perona ha letto la relazione predisposta dall’ANA, ma tale messaggio rimasto in ambito alpino poich la riunione era organizzata a comparti circoscritti ai partecipanti di ogni associazione presente.
    29 a Dobbiaco per la chiusura dell’esercitazione Esperia 2001, alla cui apertura era intervenuto Balestra. L’atteggiamento delle TTAA nei nostri confronti nettamente cambiato con accoglienza pi serena.
    29 30 a Calalzo per l’inaugurazione della nuova sede sezionale e la celebrazione dell’80 di fondazione della Sezione Cadore; ha presenziato anche alla presentazione del libro Anarchico il pensier del giornalista Lugaresi che vinse il nostro premio giornalistico.
    Ottobre 2001
    7 a Torino per la celebrazione del 129 anniversario della costituzione delle Truppe Alpine. Nell’occasione la Sezione ha preso possesso della nuova sede sezionale. Trattasi di un immobile di ampie dimensioni che occorrer ristrutturare. 13 14 a Saluzzo ha incontrato i Presidenti delle Sezioni Europee. Erano presenti anche Franza, Biondo e Nichele. Ha poi partecipato al raduno degli Artiglieri da Montagna del Gruppo Aosta.
    17 visita ai Gruppi di Isola della Scala e Valeggio sul Mincio.
    24 incontro con il Mons. Bazzari e il Dott. Carena della Pro Juventute Don Carlo Gnocchi. Hanno illustrato un programma per le celebrazioni nel 2002 del centenario della nascita di Don Carlo e per il sostegno della causa di beatificazione in corso. Richiesta la nostra collaborazione, come ad esempio: coinvolgimento della stampa alpina raccolta di firme per petizione al Santo Padre S. Messa in Duomo con particolare ricordo di Don Gnocchi ricordo di Don Gnocchi durante l’adunata di Catania, anche con striscione partecipazione dell’ANA al pellegrinaggio a Lourdes del 19 25/5 organizzazione di una manifestazione intersezionale a San Colombano al Lambro, paese natale di Don Carlo programmazione di una serata di cori a Milano realizzazione di manifestazioni a Cargnacco e/o Bressanone commemorazione a Rossosch (ma slitterebbe nel 2003 per il decennale dell’asilo) ristampa a nostre spese di copie
    numerate del Cristo con gli Alpini. posa di una statua o di una targa a Milano presso la sede della fondazione.
    27 a Torino, con Rolando e Romagnoli per il cambio del Comandante della Brigata Alpina Taurinense (il Brig. Gen. Di Federico ha rilevato il Brig. Gen. Cornacchione) e saluti alla grande unit in partenza per il Kosovo.
    28 a Firenze per la celebrazione dell’80 di Fondazione della Sezione. Trovati tutti i Capigruppo. E’ una Sezione valida con una bella sede.
    28 Perona stato a Pisa per l’80 del Gruppo. La Sezione PI LU LI si sta riprendendo dopo il burrascoso passato.
    30 a Crema incontro per la serata dedicata a Mons. Bonomi gi Cappellano Militare. Erano presenti Don Cecconi della Caritas e Don Giorgio Zucchelli. E’ stata l’occasione per una nutrita discussione sulla riforma del servizio militare e sul servizio civile. La Caritas pentita di aver fatto antimilitarismo in passato. Don Inzoli, del Banco alimentare, ci ha ringraziati e sostenuti.
    Novembre 2001
    20 a Roma, presso la Sede RAI, per tavola rotonda sul Banco Alimentare in teleconferenza.
    22 incontro con il Dott. Tiraboschi produttore della trasmissione Mela Verde di Mediaset, per studiare l’inserimento del Premio Fedelt alla Montagna tra le manifestazioni dell’Anno Internazionale delle Montagne.
    27 a Roma con Zelli e De Paoli per la presentazione della Legge sulla Guardia Nazionale da parte del Sen. Manfredi e dell’On. Bondi; nell’occasione ha incontrato l’ex ministro Zamberletti.
    Dicembre 2001
    1 a Feltre per il rientro del 7 Alpini dalla Bosnia e il cambio di Comando dal Col. Epifanio al Col. Rossi. Nel pomeriggio a Pieve Tesino cerimonia di traslazione della M.O.V.M. Silvano Buffa.
    Cerimonia di assoluta valenza, commovente e di compostezza esemplare.
    7 a S. Pellegrino, con Sonzogni, per la premiazione di atleti della Sezione di Bergamo.
    9 a Vercelli, con Perona e Losapio, per l’assegnazione del Premio Bont Sesia, conferito dal periodico La Sesia all’Ospedale da Campo.
    29 morto il Conte Guido Caleppio, bersagliere socio benemerito dell’A.N.A. e membro del Direttivo dell’UNIRR. Collabor a Onor Caduti con il Gen. Gavazza nel ricupero delle salme.
    30 Con Perona e Romagnoli all’Assemblea della Sezione di Domodossola. E’ stata una riunione condotta bene, con buona partecipazione e coesione associativa.
    Gennaio 2002
    10 Inviato telegramma per la
    morte della moglie di Gianni Todesco, presidente della Sezione di Padova.
    11 E’ morto Giovanni Cresto Aleina del Servizio d’Ordine Nazionale. Inviato un telegramma al fratello Giacomo.
    31 a Mestre, con Caprioli e Sarti, per la sottoscrizione con la Regione Veneto del protocollo d’intesa per gli interventi di Protezione Civile. Con l’occasione ho fatto visita a Ba.
    Febbraio 2002
    3 a Colico per la commemorazione della battaglia di Nikolajewka. Ricordato anche Peppino Prisco. Ottima manifestazione. 4 a Intra, con Romagnoli, per incontrare il Presidente e i vertici della Sezione.
    8 ad Acqui Terme, Sezione di Alessandria, con Tibaldeschi per serata conviviale. Ho incontrato il Presidente Sezionale Gobello. 9 ad Arcisate, con gli avvocati milanesi per un omaggio alla tomba di Peppino Prisco.
    10 al Cimitero Monumentale di Milano, assieme a Biondo, per la manifestazione dell’UNIRR.
    14 al Gruppo di Torri di Quartesolo, della Sezione di Vicenza con visita della bella sede.
    15 a Zenica, in Bosnia Erzegovina, dove il giorno successivo stata inaugurata la Scuola Multietnica oggetto del nostro intervento. Impressionante la realizzazione. Complimenti a Cherobin, Danieli e a tutti gli alpini che vi hanno lavorato che meritano un applauso. Nel pomeriggio del sabato ho fatto visita alla SFOR a Sarajevo dove sono operativi gli alpini. La trasferta stata una bella esperienza. La zona ancora purtroppo una polveriera.
    Marzo 2002
    2 Ceva: con Camanni e Canova per rievocazione Campagna di Russia; proiettato un filmato con interviste a Reduci di Russia della Cuneense. Vi stata anche la tradizionale sfilata.
    9 Esine: raduno intergruppi della Sezione Vallecamonica. Valida l’iniziativa di raggruppare le feste in modo che non vi sia frammentazione in Gruppi e giorni diversi.
    10 Trento: assemblea ordinaria annuale; E’ stato eletto presidente Dematt.
    11 Milano Teatro Dal Verme: proiettato un documentario, tipo spettacolo di prosa, su Don Gnocchi. E’ stata una delle manifestazioni per celebrare il centenario della nascita. Il riferimento agli alpini stato costante.
    17 18 Catania: con Vecchio, per un incontro con le autorit (Sindaco, Presidente della Provincia, Questore e Vice prefetto in rappresentanza del Prefetto impegnato per lo sbarco di clandestini,Vigili urbani, Carabinieri, Finanza). Essenziale la collaborazione dell’assessore comunale Agen, alpino originario della Liguria.
    21 Vercelli: conferenza sugli alpini organizzata dai Lions.
    Aprile 2002
    6 7 Partecipazione al 6 Congresso Itinerante Stampa Alpina a Recoaro Terme e ottimamente organizzato dalla Sezione di Valdagno. I lavori sono andati bene. I partecipanti sono per apparsi un po’ sfiduciati. L’argomento pi trattato stato la visibilit, soprattutto sotto il profilo della qualit. Ho dovuto disertare una fase del congresso per recarmi a Conegliano.
    6 a Conegliano, per l’esercitazione di Protezione Civile del 3 Raggruppamento. E’ stata una splendida manifestazione alla quale hanno partecipato oltre 1600 volontari della PC e circa 400 associati non iscritti a nuclei di PC. Tutti erano alpini.
    14 con Pasini a Lumezzane, in Val Trompia, per l’inaugurazione della sede di uno dei tre Gruppi locali, intestato alla M.O.V.M. Serafino Gnutti.
    20 21 a Possagno, in occasione del ritrovo dei volontari che hanno partecipato alla costruzione dell’asilo di Rossosch. Iniziato l’esame per la realizzazione del parco alpino Don Gnocchi, da inaugurarsi nel 2003 per il 60 di Nikolaiewka. Visitato il Gruppo di S. Zenone degli Ezzelini alla vigilia dell’inaugurazione della nuova sede.
    24 a Biella, ospite di Perona. Presente il Presidente della Sezione di Biella Gaia, ho incontrato l’on. Lavagnini, Vicepresidente della Commissione Difesa della Camera. Argomento principale dell’incontro sono stati i rapporti con il Ministro della Difesa e in particolare l’opportunit di chiarimenti. Da quanto emerso, il Ministro non conosce il nostro operare. E’ stata ribadita la richiesta d’udienza. A Roma in udienza dal Ministro della Difesa con Perona e Zelli. Incontro inizialmente burrascoso esposte chiaramente le nostre posizioni per il Ministro e improbabile il ritorno alla Leva, ma promette l’istituzione o il trasferimento di un reparto alpino in Lombardia e altre forme concrete per favorire l’arruolamento nei V.F.B anche dei giovani residente in zone tipiche di reclutamento alpino.

    Il presidente ha ripreso la sua lettura da questo punto della relazione, giungendo fino alla fine del testo.