Relazione morale MANIFESTAZIONI A CARATTERE NAZIONALE

    0
    8

     

    MANIFESTAZIONI A CARATTERE NAZIONALE

    L’Associazione, da giugno 2001 a maggio 2002, oltre ai campionati sportivi di cui ho appena riferito, svolge, compresa l’Adunata, 9 manifestazioni nazionali che, per il loro contenuto morale e valore simbolico rivestono caratteristiche statutarie e sono patrimonio di tutti gli associati.
    Esse sono state:
    il 24 giugno 2001: 19 Raduno Nazionale al Rifugio Contrin, organizzato dalla Sezione di Trento per ribadire le radici alpine dell’Associazione;
    il 1 luglio 2001: 52 Raduno al Colle di Nava, organizzato dalla Sezione di Imperia per ricordare al Sacrario il sacrificio della Divisione Alpina Cuneense; una manifestazione particolarmente sentita dagli Alpini liguri che affluiscono al Colle in buon numero;
    il 8 luglio 2001: Pellegrinaggio sull’Ortigara, organizzato dalle Sezioni di Asiago, Marostica e Verona. Il ricordo di tutti i Caduti della 1 Guerra Mondiale, su una montagna sacra per l’Italia e gli Alpini, ha reso il Pellegrinaggio sull’Ortigara 2000 una tra le manifestazioni emotivamente pi coinvolgenti dell’Associazione per la presenza del Labaro Nazionale, ove brillano parecchie delle Medaglie d’Oro, frutto dell’eroismo manifestato dagli Alpini su quei luoghi;
    il 27 29 luglio 2001: 38 Pellegrinaggio in Adamello organizzato dalle Sezioni Vallecamonica e Trento. Il ricordo della Guerra Bianca, i sacrifici e le sofferenze degli Alpini che col combatterono sono stati evidenziati dalla presenza del Labaro Nazionale, alla presenza del Ministro Frattini e del Governatore della Banca d’Italia Fazio e di numerosi Ufficiali Alpini;la S. Messa celebrata dal Cardinale Re, ha fatto da prologo alla chiusura della manifestazione a Spiazzo in Val Rendena;
    il 1 settembre 2001: Raduno al Faro della Julia sul Monte Bernadia, organizzato dalla Sezione di Udine; il giorno dedicato al ricordo dei Caduti della Brigata Alpina Julia attualmente impegnata in Albania per svolgere un difficile compito di pacificazione in quella nazione;
    il 9 settembre 2001: a Bobbio Pellice, in alta Val Pellice, stato consegnato a Franco Durand Canton, associato della Sezione di Pinerolo, il Premio Fedelt alla Montagna. L’annuale manifestazione, giunta alla 15 edizione, intende stimolare l’attaccamento e lo sviluppo di attivit tipiche dell’ambiente alpino e ha visto una buona partecipazione di Alpini;
    il 7 ottobre 2001: a Bari il Pellegrinaggio al Sacrario dei Caduti d’Oltremare, la manifestazione organizzata dalla locale Sezione A.N.A., ogni anno rinnova il deferente omaggio dell’Associazione ai 70.000, tra cui 25.000 Alpini, Caduti in operazioni militari fuori dai confini d’Italia;
    il 26 gennaio 2002: 59 Anniversario della Battaglia di Nikolajewka a ricordo dei Caduti della 2 Guerra Mondiale; la manifestazione organizzata dalla Sezione di Brescia ogni anno vive momenti di grande emotivit per la presenza ancora numerosa di reduci della Campagna di Russia; quest’anno l’anniversario stato ancora particolarmente coinvolgente e sentito.
    11 e 12 maggio 2002, si svolta la 75 Adunata Nazionale a Catania: evento principale dell’Associazione nel quale, al piacere tipicamente associativo di ritrovarsi, vengono fatte confluire le tematiche associative dell’anno. Per il 2002 il C.D.N. ha scelto come tema dell’Adunata I valori della montagna e l’alpinit. Il tema stato ed ancora al centro di conferenze e dibattiti, stato evidenziato negli striscioni che le Sezioni hanno portato nella sfilata di domenica 12 maggio. Quello di dare un tema alle adunate nazionali, uno dei tanti aspetti organizzativi di una manifestazione articolata e complessa, che a Catania, nonostante la lontananza, la partecipazione degli associati stata superiore ad ogni pi ottimistica previsione. Infatti pi di 32.000 alpini hanno partecipato alla sfilata durata oltre 6 ore, ma non solo la sfilata che caratterizza un’Adunata Nazionale. Tutti i momenti hanno evidenziato le profonde radici popolari dell’Associazione, a cominciare dalla grande partecipazione emotiva di coloro che hanno assistito alle cerimonie dell’alzabandiera e della deposizione di corone ai monumenti ai Caduti.