Ragioni pratiche

    0
    19

    Sono un alpino, classe 1933, che nel 1953 ha fatto il Car
    a Merano, appartenente e fondatore del Gruppo di Agugliaro.
    I nostri istruttori: caporali, sergenti ci insegnavano
    che quando si faceva un discorso o si scriveva qualche cartolina
    o lettera, l’intestazione doveva essere: alpino, nome,
    cognome e indirizzo. Mi riferisco al nostro giornale che, per
    l’appunto, nell’indirizzo non compare mai la premessa alpino
    prima del nome e del cognome, cosa alla quale personalmente
    tengo molto. Vorrei sapere come mai e se è possibile
    inserire e modificare l’indirizzo antecedendo la parola alpino.

    Luciano Goldin, Gruppo di Agugliaro, Sezione Vicenza “Monte Pasubio”

    Amico caro, il motivo è molto semplice. Tra i nostri moltissimi
    lettori ci sono alpini, amici degli alpini, aggregati, semplici lettori
    e lettrici che non hanno neppure fatto il servizio militare,
    persone appartenenti ad altra Arma. Come potrai ben capire
    questo è un ginepraio dal quale non è né semplice, né facile
    uscire. Ma solo per ragioni pratiche.