Questione di accenti

    0
    18

    Vorrei fare una precisazione sulla lettera a firma Germano Pollini apparsa sul numero di gennaio. Per la mia attività di direttore di un coro popolare piemontese (il coro Rino Celoria del Gruppo di Savigliano) mi sono dovuto documentare sulla esatta grafia dei testi di tanti canti piemontesi anche con l’acquisto della Gramàtica piemontèisa di Camillo Brero. Il suono della “u” francese (per inciso sono stato insegnante di tale lingua per oltre trent’anni) non richiede alcuna dieresi ma solo la semplice “u” mentre il suono della “u” italiana si rappresenta con la “o” (la “o” italiana si scrive con “ò”). Per cui la grafia corretta della frase citata sarebbe “A brusa, sota Susa”.

    Giancarlo Piacenza

    Grazie Giancarlo, ma per tutti quelli che piemontesi non sono, penso debbano restare in vigore le regole che ci hanno insegnato quando si andava ad imparare.