Quegli ufficiali con l'ombrello

    0
    186

    Concordo con l’alpino Pelati di Rovato (lettere al direttore di giugno, pagina 6) inorridito alla vista di quattro ufficiali con l’ombrello, ad Asiago. Il malvezzo dovrebbe essere stigmatizzato dal CDN raccomandando agli alpini che sotto la pioggia, se vogliono aprire l’ombrello, devono almeno togliersi il cappello. La vista di un alpino con l’ombrello mi fa senso e mi fa chiedere scusa a Coloro cui fu negata carezza di donna , come cita Raucci.

    Antonio Sulfaro Genova

    Non sarei così drastico verso i nostri associati che si riparano sotto l’ombrello: a volte si tratta di persone anziane con qualche acciacco in più che non possono esporsi più di tanto. Del resto lo disse Andreoletti agli albori dell’Associazione: L’ANA non è una caserma . Diverso il discorso per gli alpini in armi, peggio se ufficiali: se è accaduto, si tratta di cosa inaudita. Ho pubblicato la segnalazione di Pelati per attirare l’attenzione del comandante della Truppe alpine in quanto la cosa è di sua squisita pertinenza. Noi non possiamo, né dobbiamo interferire.