PARMA Una grande adunata sezionale

    0
    82

    La 55 Adunata della sezione di Parma, svolta a Pontremoli, stata sicuramente una buona prova generale per un’eventuale candidatura della citt Ducale all’Adunata nazionale del 2005. Un’adunata svolta non solo fuori provincia, ma addirittura al di fuori dell’Emilia Romagna in quanto Pontremoli, con Zeri, sono dal 1968 inglobate nella sezione parmigiana.
    Pur non giocando in casa, e per di pi sotto una leggera pioggia, la manifestazione ha avuto un largo successo. Le circa 2500 penne nere accorse da ogni parte d’Italia hanno gradito non solo i due giorni di ritrovo nella cittadina toscana, ma anche il nuovo giornale sezionale ParmAlpina, inaugurato ufficialmente solamente 24 ore prima, dopo ben 58 anni di silenzio della stampa alpina parmense.
    E’ stata quindi un’adunata di tutto rispetto quella che ha organizzato il presidente di sezione Maurizio Astorri, che si avvalso della collaborazione di tutto il gruppo di Pontremoli, che con il capogruppo Luca Pizzanelli, ha festeggiato i settant’anni di fondazione.
    La festa sezionale iniziata il venerd sera a Parma quando il nuovo giornale ParmAlpina stato presentato alle autorit locali, fra le quali il vescovo di Parma Monsignor Cesare Bonicelli e il questore Raffaele Valentini, entrambi ufficiali alpini
    in congedo. Il coro alpino di Collecchio Colliculum ha allietato il pomeriggio.
    E’ seguita la cerimonia di presentazione del giornale presso l’Auditorium della Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza, messo a disposizione degli alpini dal presidente Giuseppe Contino.
    Fra le autorit, il Comandante delle Truppe Alpine ten. gen. Roberto Scaranari, il presidente di sezione Maurizio Astorri, il vice presidente nazionale Vittorio Costa e il generale Giuliano Ferrari.
    Sabato si svolto il concerto del coro degli alpini in armi della brigata Tridentina, del complesso Al sass di Pontremoli e del coro ANAdi Bagnone. Domenica, dopo l’alzabandiera e l’inaugurazione del monumento ai Caduti e lo scoprimento della targa dedicata al sergente maggiore Raffaele Lecchini, fondatore del gruppo, si svolta la sfilata lungo le vie della cittadina.
    Nella piazza centrale il presidente nazionale ANA Giuseppe Parazzini e il sindaco di Pontremoli onorevole Enrico Ferri hanno rivolto il loro saluto. Quindi la celebrazione della S. Messa nella cattedrale. Il rancio e tanta allegria hanno concluso la manifestazione.


    Francesco Canali