Onestà alpina

    0
    8

    Gentilissimo direttore, sono Massimo Gotti, Capogruppo degli alpini di Sedrina-Botta, Sezione di Bergamo; vorrei raccontare un fatto accaduto durante l’ultima Adunata nazionale. Purtroppo il sabato antecedente all’Adunata un mio alpino ha perso una notevole somma di denaro che doveva essere donata al Gruppo alpini de L’Aquila.

    Subito ci siamo mossi per trovare quei soldi. Sono stati momenti di interminabile preoccupazione. Fortunatamente il giorno dell’Adunata, il nostro telefono ha squillato, per comunicarci che alcuni alpini del Gruppo di Seren del Grappa ci volevano consegnare la somma ritrovata. Tutto ciò dimostra davvero quanto l’essere alpini e credere nei valori che ci legano a quella bandiera tricolore siano ancora vivi e sentiti. Ancora oggi io e il mio Gruppo ringraziamo di cuore gli alpini di Seren del Grappa per il nobile gesto…

    Massimo Gotti

    Una volta si diceva che tutto è bene ciò che finisce bene. Rammarica pensare che se quei soldi fossero finiti in mani non alpine, forse… Purtroppo oggi fa notizia e scalpore l’onestà, quasi che la norma sia quella dei furbi e dei disonesti.