Milano sott’acqua

    0
    19

    A seguito dei copiosi rovesci che hanno interessato il capoluogo lombardo a metà maggio, si sono verificati vari allagamenti ed è stato necessario attivare la squadra di Alto Pompaggio della Colonna Mobile Ana Regione Lombardia del 2º Raggruppamento. La criticità si è manifestata nel quartiere Bovisa. Alle ore 21,09 dalla sala operativa e subito dopo anche dal Dirigente dell’Unità Operativa di Protezione Civile della Regione Lombardia, è arrivata la richiesta di intervento urgente per fronteggiare l’esondazione del fiume Seveso.

    Il team dei volontari della squadra logistica e della squadra idrogeologica, attivati dal coordinatore di Raggruppamento Ettore Avietti, sono arrivati al Centro Polifunzionale di Emergenza di Cesano Maderno e, con mezzi e attrezzature appropriate, alle ore 22,38 erano sul luogo dell’intervento. Grazie all’affiatamento dei componenti del team, alle valide attrezzature e alle esercitazioni effettuate in passato, dopo un’attenta, rapida e appropriata ricognizione del sottopasso di via Negrotto e di una parte di via Pacuvio, è stata posizionata la motopompa di alto pompaggio e predisposta una linea di tubazioni di oltre 300 metri, con portata costante di circa 500 mc/h che ha permesso di pompare e far defluire velocemente l’acqua, nonostante la presenza di detriti e fango.

    Le operazioni sono continuate per tutta la notte e hanno visto anche dei cambi di scenario che hanno permesso di ottimizzare il posizionamento delle tubazioni di aspirazione e abbreviare i tempi di pompaggio. Il team, composto da volontari dell’Ana e della Colonna mobile regionale delle Sezioni di Varese e Milano, dopo aver concluso l’intervento e caricato i materiali sulla colonna dei mezzi, sono rientrati alle 8 presso il Centro Polifunzionale di Emergenza.